Raffaele Sollecito: «Io e Amanda giovani, belli e di buona famiglia: gli inquirenti sono stati invidiosi»

Sollecito: «Io e Amanda giovani, belli e di buona famiglia: gli inquirenti sono stati invidiosi»
«Io e Amanda siamo stati assolti, siamo innocenti, ma secondo me la gente non l'ha ancora capito». Raffaele Sollecito parlato della vicenda legata all'omicidio di Meredith Kercher intervenendo ai microfoni di Rai Radio2 nel corso del format «I Lunatici». «Dipende - ha aggiunto - da come i media hanno descritto sin dall'inizio la situazione». Il giovane ha poi detto che da parte degli inquirenti c'è stata «un pizzico d'invidia» dovuta al fatto che lui e la Knox sono «giovani, belli e con una buona famiglia alle spalle». «Io sono stato sempre descritto come il lacchè di Amanda» ha affermato ancora Sollecito.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

#smashingpumpkins do you think you cal tell

Un post condiviso da Raffaele Sollecito (@raffasolaries) in data:



«Tutto quello che c'è stato dopo l'assoluzione - ha proseguito - non è stato altro che un clamore mediatico dove anche gli inquirenti non hanno mai chiesto scusa, anzi hanno detto che abbiamo avuto fortuna, quando loro hanno commesso un errore clamoroso, sbattendo in carcere per quattro anni due persone innocenti e rovinandogli la vita». «Gli inquirenti e i pubblici ministeri - ha ribadito - non hanno mai chiesto scusa, non hanno mai detto di aver sbagliato, continuano a dire di avere sospetti, ma secondo me si dovrebbero vergognare. Quando chi dice che siamo colpevoli fa parte delle istituzioni, si investe di una certa autorità - ha sostenuto Sollecito, in base a quanto riferiscono I lunatici -, di cui mediamente l'italiano si fida. Il popolo si è fidato delle autorità. E poi c'è anche secondo me un pizzico di invidia ingiustificabile, dovuta al fatto che magari invidiano che siamo giovani, belli, con una buona famiglia alle spalle». «Amanda ha detto di aver pensato al suicidio?» le parole di Sollecito «Io ho affrontato più volte - ha aggiunto - periodi di depressione molto forte. In uno degli ultimi periodi ci ho pensato».

 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 20 Giugno 2019, 11:57






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Raffaele Sollecito: «Io e Amanda giovani, belli e di buona famiglia: gli inquirenti sono stati invidiosi»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 30 commenti presenti
2019-06-20 23:21:41
Squallida vicenda...colpevole o innocente chi ci fu implicato dovrebbe restare discreto e non fare commenti irritanti.
2019-06-20 21:22:23
Condivido le parlole di Raffaele. Solidarietà a lui e ad Amanda per la lunga e ingiusta detenzione. Essere sbattuti in galera da innocenti è una delle cose più terribili che possa mai capitare ad un essere umano. Il PM di Perugia chieda scusa e cambi mestiere.
2019-06-20 15:13:06
Giovani come tanti, belli e' opinabile, buona famiglia non vuol dir alcunche', in casi come questo. Ed allora?
2019-06-20 15:12:40
purtroppo siamo in Italia, nonostante sia stato fatto un referendum votato positiviamente dalla maggioranza degli italiani, sulla responsabilità della casta magistrale, segno che evidentemente già allora questa "fiducia" nei loro confronti non è così alta come si vuole far credere, insomma hanno continuato a far il bello ed il cattivo tempo, gli scandali recenti in ANM solo solo la logica conclusione di una casta divisa in correnti politiche e portafogli.
2019-06-20 17:51:23
..e di conseguenza facile che l'amanda sia stata assolta per non irritare l'opinione pubblica americana molto interessata al caso e di conseguenza assolto anche il pugliese! Tutti i processi giudicati da "amici" di certe correnti del csm, dovrebbero essere rifatti!