Ue. Vertice Conte, Tria e vicepremier
«Clima cordiale e costruttivo»
Di Maio e Salvini si affidano
a premier e titolare del Mef

Mercoledì 19 Giugno 2019 di Marco Conti
Giuseppe Conte
4
ROMA “Clima buono e costruttivo”. Quaranta minuti scarsi di incontro a palazzo Chigi tra il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, i suoi due vice Di Maio e Salvini e il ministro dell’Economia Giovanni Tria. Oggetto dell’incontro la lettera che Conte intende inviare alle massime istituzioni europee e, soprattutto, il piano messo a punto da Tria per evitare la procedura d’infrazione.

Un secondo round tra ministri sul tema potrebbe esserci stasera nel Consiglio dei ministri, ma Conte e Tria continuano ad avere dai due leader di maggioranza il via libera a trattare con la Commissione a patto di evitare una manovra correttiva. Bruxelles e le capitali dovrebbero quindi credere alle rassicurazioni del ministro Tria che porta una correzione dei conti pubblici di circa 4 miliardi dovuti a minor spese per Reddito e Quota100. Un tesoretto che l’Europa vorrebbe vincolare anche per il futuro e che invece i due leader di maggioranza pensano di usare con la legge di Bilancio di fine anno. Il nodo della trattativa è tutto qui. Ultimo aggiornamento: 13:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA