Migranti, Salvini annuncia: il "Cara" di Mineo chiuso entro metà luglio

Migranti, Salvini annuncia: Cara MIneo chiuso entro metà luglio
Il Cara di Mineo chiude entro metà luglio. Lo ha annunciato Salvini che parla di una «buona notizia per chi, per anni, ha vissuto in zona subendo criminalità e disagi». Nel centro per richiedenti asilo in provincia di Catania attualmente ci sono 152 persone; quando si insediò il governo giallo verde a giugno dell'anno scorso gli immigrati presenti nella struttura erano 2.526. Il picco è stato registrato il 7 luglio 2014 con 4.173 ospiti.

Cara di Castelnuovo, anche i parroci contro Salvini e lo sgombero dei migranti

«Grazie ai porti chiusi - dice ancora Salvini - abbiamo svuotato i grandi centri come Cona e Bagnoli in Veneto e Castelnuovo di Porto a Roma. Ora è il turno di Mineo. Un pensiero particolare ai familiari e agli amici di Vincenzo Solano e Mercedes Ibanez, brutalmente uccisi nel 2015 da un delinquente immigrato che viveva nel Cara. Ai loro cari il nostro pensiero e il nostro abbraccio: non ci siamo dimenticati».

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 12 Giugno 2019, 08:39






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Migranti, Salvini annuncia: il "Cara" di Mineo chiuso entro metà luglio
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2019-06-12 09:07:43
Sono completamente d'accordo, peró un dubbio mi rimane, cosa fará con i migranti? dove li colloca? e poi gli adetti al Cara perderanno il lavoro e ci saranno i sindacati che protesteranno
2019-06-12 11:31:19
Ma allora se prendessimo dieci milioni di clandestini,ci sarebbe molto lavoro e i conti migliorerebbero?
2019-06-12 12:08:27
già servirebbero "20 Milioni" di "Carabinieri" (perché se sono "clandestini"quindi non potendo lavorare si "arrangiano" ossia "vivrebbero di espedienti"... spaccio, accattonaggio, furti.
2019-06-12 12:18:46
... gli addetti si dovranno trovare un lavoro " vero " e non da sanguisughe.. i migranti invece, tolto il miele, migreranno altrove, magari nelle comode ville con piscina e wi fi di cardinali e scarlatti radical chic, ma pure di prenditori e sindacalisti che tanto li anelano.. in tal modo i loro sogni più reconditi si avvereranno..
2019-06-12 12:26:47
La cgil gia' protesta e ovviamente "siopera" per la delocalizzazione all'estero dei clandestini, impattando cosi' nella forza lavoratrice delle coop rosse