Paola Comencini: «Conto da 75 euro in un bar romano». E mostra lo scontrino

PER APPROFONDIRE: facebook, paola comencini, roma, scontrino
Paola Comencini: «Conto da 75 euro in un bar romano». E mostra lo scontrino
Che Roma sia una delle città più turistiche del mondo, è fuori dubbio: e spesso a farne le spese sono i cittadini romani o chi nella Capitale ci vive per studio o lavoro. Quello che è successo a Paola Comencini però va oltre: la scenografa e costumista, figlia dello storico regista Luigi e sorella di Francesca e Cristina, anch’esse registe di successo, ha postato tutto sul suo profilo Facebook.

Insieme ad altre due persone, la Comencini è andata in un bar in zona Vaticano (via della Conciliazione): «Eravamo al lavoro, non avevamo alternative e siamo finite in questo covo di ladri», ha raccontato. I tre hanno ordinato un piatto a testa di prosciutto e melone, una mezza minerale e due lattine di Coca Cola: al modico prezzo di 25 euro a testa.
 

Ovviamente, di sentirsi sazi nemmeno l’ombra: «Abbiamo una fame tremenda - ha scritto Paola, molto arrabbiata - Il prosciutto citato erano due minuscole fettine. Mi fanno pena i turisti». Il dettaglio dei prezzi, come si vede nello scontrino postato sul social, è sconcertante: 15 euro per il cibo, 6 euro per la Cola, 3,50 euro per una bottiglia d’acqua da mezzo litro. E dulcis in fundo, quasi 11 euro per il servizio. Prezzi che più che fuori mercato, sono fuori di testa.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 11 Giugno 2019, 16:23






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Paola Comencini: «Conto da 75 euro in un bar romano». E mostra lo scontrino
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2019-06-11 19:52:26
I prezzi erano esposti? Se i prezzi non erano esposti, o sonostati praticati senza giustificazione prezzi maggiorati, lasciare stare feissbauc e chiamare immediatamente vigili urbani e/o Guardia di Finanza. Se (come credo) iprezzi erano esposti..... MUTISMO e RASSEGNAZIONE: PAGAREEEEE!!!
2019-06-11 20:57:25
Vero, però. Siete persone intelligenti e di una certa cultura, guardare il listino prezzi esposto prima no e? Questi vivono sempre sugli sprovveduti, su chi non legge nulla ma accecato dalla fame entra e Zach. il ladro cinico. Ma la colpa 99% è nostra se il listino prezzi obbligatorio non è esposto non entro, doveri chiamare un poliziotto municipale, am meglio lasciar perdere. Se è troppo esoso non entro prima o poi o si adeguano o chiudono. Poi da quanto non mangiava? Due mesi per non poter cambiare bar?
2019-06-12 13:05:44
chi non legge il cartello non mangia vitello. ovviamente vale anche il contrario, chi legge il cartello si salva il borsello.
2019-06-11 23:34:48
Imboccare quella via include l'essere consapevoli di dover sopportare qualsiasi schifezza!
2019-06-12 10:35:50
A me non sembra uno scontrino particolarmente scandaloso. Qui a Cornuda, dove abito io, la domenica a pranzo è normale spendere 55 euro per due secondi striminziti, senza dolci o grappini. Loro si trovavano addirittura vicine al Vaticano... Ormai mangiare fuori è una ruberia quasi ovunque.