Giovedì 6 Giugno 2019, 09:26

Gestione Mose, è dietrofront: lo Stato non pagherà le spese

PER APPROFONDIRE: gestione, mose, spese, stato
Gestione Mose, è dietrofront: lo Stato non pagherà le spese

di Alda Vanzan

VENEZIA Chi gestirà il Mose, una volta completato? Non si sa. Chi pagherà le spese di funzionamento delle dighe mobili di Venezia? Mistero. Doveva farsene carico Roma, ma, improvvisamente, la frase con oneri a carico del bilancio dello Stato è scomparsa. Cancellata e non sostituita. Come se il tema non fosse all'ordine del giorno. Il che, effettivamente, è vero nell'anno 2019, ma appena il Modulo sperimentale elettromeccanico per la tutela e la salvaguardia della laguna di Venezia sarà pronto,...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Gestione Mose, è dietrofront: lo Stato non pagherà le spese
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 45 commenti presenti
2019-06-06 16:48:36
Come al solito,ieri si, oggi no,. domani chissá, poi quando ci saranno i primi bilanci magari favorevoli arrivano le domande e gli obblighi da Roma di pagare le tasse una schifezza nazionale
2019-06-06 14:41:29
Il buon Coppertone è soddisfatto quando i suoi ladri di riferimento sono un po’ meno ladri dei ladri della parte a lui politicamente avversa. Notevole!
2019-06-06 13:54:34
qualcuno l'avra' gia' scritto, ma il problema non si pone. In funzione, il Mose non entrerà mai.
2019-06-06 14:48:28
Scherzi??? La più grande opera di ingegneria idraulica (tangentara aggiungo io...)di tutti i temopi come disse l'illuminato vecchietto enricoppert?
2019-06-06 13:53:07
qualcuno l'avra' gia' scritto, ma il problema non si pone. In funzione, il Mose non entrerà mai.