Voleva sacrificarsi «in nome di Allah». Espulso 18enne tunisino residente nel Trevigiano

PER APPROFONDIRE: 18enne, estremismo islamico, islam, treviso
Voleva sacrificarsi «in nome di Dio». Espulso 18enne tunisino residente nel Trevigiano
TREVISO - Il provvedimento di espulsione nei confronti di un diciottenne tunisino «per motivi di sicurezza dello Stato» è stato firmato dal ministro dell'Interno Matteo Salvini ed eseguito ieri, quando il giovane è stato bloccato alla frontiera di ritorno dalla Tunisia, dove si recava di frequente.

L'intelligence, informa il Viminale, aveva iniziato le indagini sul suo conto per l'attività di proselitismo che il diciottenne - residente nel Trevigiano - faceva sul web e per la sua contiguità con soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo islamico, anche loro nel mirino degli investigatori.

Sul suo profilo Facebook postava commenti di adesione ideologica al jihad, di celebrazione del martirio e dei mujaheddin deceduti in combattimento nonché messaggi dal tenore antisemita.

Il giovane aveva anche pubblicamente manifestato il desiderio di sacrificarsi «in nome di Dio» e «della moschea di Gerusalemme», rivolgendo la sua preghiera ad Allah per poter compiere il jihad. 
Salgono così a 402 le espulsioni/allontanamenti eseguiti dal 2015 ad oggi, di cui 39 nel 2019. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 21 Maggio 2019, 14:41






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Voleva sacrificarsi «in nome di Allah». Espulso 18enne tunisino residente nel Trevigiano
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 33 commenti presenti
2019-05-21 21:00:48
"...contiguità con soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo islamico, anche loro nel mirino degli investigatori." E volete l'applauso? Tengono d'occhio soggetti gravitanti nell'estremismo islamico. Qualcuno lo sbattono fuori, altri li guardano da lontano. Ho avuto un momento di debolezza quando individuai in Salvini una risposta valida, un cedimento. Poi ho capito che la differenza sostanziale fra Salvini e predecessori è che i secondi non si preoccupavano nemmeno di piacere, lui invece non va nemmeno in bagno se non avvisa : "cari Amici anche oggi io vado in bagno e non mi fermerà nessuno! Avanti tutta!". Mi pento e mi dolgo, indecoroso momento di debolezza umana.
2019-05-22 10:09:13
@@@ REDFOXY. Carissima, non dolerTi o pentirTi piu' di tanto.Capita a tutti,prima o dopo,di avere momenti di debolezza,di esitazione.E' umano!! A tal proposito mi ricordo nell'estate 1945,quando G.Patton ( hai visto che In vino l'ha messo come logo ?),dopo una forsennata attivita' in Sicilia,in Francia,in Germania,mi guardo' e disse '' E adesso fino a Mosca ,che ne pensi ??'' Io lo guardai e dissi '' guarda George,la IIIza armata e' stanca,dopo tutto questo,ha bisogno di riposo,e pure io.A Mosca ci andremo un'altra volta''.Un attimo di debolezza di cui ancora adesso mi pento( SIC !! ). Infatti a Settembre,Dwight ci tolse la IIIza Armata.Su con la vita,mangia carrube ,datteri e fichi secchi,che fanno bene !! Un abbraccio.
2019-05-22 11:36:29
:-)))) no no Phoenix ora mi flagello peggio dell'albino in "il Codice Van Gogh" perché la debolezza la permetto ai deboli ma non a me ed é giusto raddrizzare la schiena a derbate qua eh? Ho visto il logo di vinello e vedi? A lui la debolezza la perdono perché i miei figli da piccoli hanno avuto l'astuccio di Giuseppa la Maiala. Poi hanno tenuto un incontro con i genitori ritenendo questo mio comportamento inadeguato e offensivo nei riguardi dei nostri gentili ospiti mussulmani. Vuoi sapere come ne sono uscita? No,nessun panino di mortadella no, ho solo mostrato il santino del papa e i nostri ospiti hanno sorriso compiaciuti e mi chiamavano "sorella". Io ricambio anche l abbraccio ma giuro che ti pago la lavanderia che col cilicio ho imbrattato di sangue tutto, pure il santino. Mi pento e mi dolgo.
2019-05-22 12:02:52
@@@ Hahaha !!! Amen .Che la pace del Signore sia -sempre-con TE.
2019-05-21 20:27:09
Fucke news?