Omicidio a Silea: lite, poi il suocero spara un colpo in faccia al genero

Omicidio a Silea. Lite, suocero uccide il genero.
SILEA  - Omicidio questa mattina, 19 maggio, a Silea, in via Nerbon. La tragedia si è consumata sulla soglia di una casa privata di via Nerbon. La vittima è un imprenditore, ad ucciderlo è stato l'anziano suocero, con un colpo di fucile sparato in faccia. La figlia dell'assassino nonché moglie della vittima, era nel cortile dell'abitazione, ed è stata portata sotto choc in ospedale.

UNA VITA DI LITIGI «Mi sentivo minacciato e ho aperto il fuoco»
 


Secondo quanto si è appreso, i due non andavano d'accordo, i dissapori erano frequenti, le liti anche. Ed è stato proprio al culmine di un diverbio che l'anziano, sulla soglia di casa, ha fatto fuoco contro il genero. L'omicida si è poi barricato in casa fino all'arrivo di carabinieri e polizia. Portato in caserma, è stato successivamente arrestato.

I NOMI
La vittima è Paolo Tamai, 63 anni, marito della figlia del suo assassino, Giovanni Padovan, 91enne. 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 19 Maggio 2019, 10:35






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Omicidio a Silea: lite, poi il suocero spara un colpo in faccia al genero
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 42 commenti presenti
2019-05-20 10:31:08
Legittima difesa. Era a casa sua, e provava turbamento...
2019-05-20 19:26:17
Ma anche la vittima era in casa sua (della vittima). Non regge!
2019-05-20 07:16:04
Prima di scrivere meglio sarebbe documentarsi. Il soggetto in questione aveva un regolare permesso di detenzione, fra le tante cose legate al permesso c'è che l'arma non poteva uscire di casa.
2019-05-19 22:54:17
Mi piacerebbe sapere che personaggio era il genero !
2019-05-19 21:34:09
Si vede che non gli andava a genio