«Il bidello molesta mia figlia»: papà va a scuola e lo pesta a sangue davanti agli alunni

PER APPROFONDIRE: bidello, scuola
«Il bidello molesta mia figlia»: papà va a scuola e lo pesta a sangue davanti agli alunni
La rabbia di un papà contro il bidello che avrebbe messo le mani addosso a sua figlia: è accaduto a Palermo, all’Istituto comprensivo Domenico Scinà, dove il padre di un’alunna, ieri pomeriggio, sarebbe entrato per aggredire e picchiare selvaggiamente un operatore scolastico.

Secondo quanto affermano i siti locali tra cui BlogSicilia.it, alcuni testimoni avrebbero assistito alla scena:
«Il bidello non riusciva più ad alzarsi», avrebbe raccontato la mamma di un’altra alunna. Alla base dell'aggressione ci sarebbero le 'attenzioni' del bidello nei confronti della ragazzina, attenzioni che avrebbero fatto imbufalire il genitore.

La vicenda è ancora tutta da chiarire: indagano gli agenti della polizia che si sono intrattenuti fino a tarda sera con i docenti nella stanza della preside. Ieri la scuola era aperta per alcuni corsi pomeridiani. «Stiamo valutando quanto successo - dice la preside - Stiamo cercando di comprendere cosa sia accaduto». 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 15 Maggio 2019, 11:30






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Il bidello molesta mia figlia»: papà va a scuola e lo pesta a sangue davanti agli alunni
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2019-05-15 12:10:44
ma se invece fosse qualche "insegnante di religione" o del "catechismo"possono usare come bidelli & prof le stesse "metodologie" o sono "The Untouchables "? comunque sempre "sbagliato farsi giustizia da se" ci dovrebbe essere pero' la "Giustizia" a farlo.... Lo stesso penso che "il cittadino non dovrebbe da solo difendersi" da "rapinatori o peggio" ma purtroppo Se esistono persistono e "operano senza conseguenze" non c'e' altra soluzione.[quante volte si sente che l'"arrestato era una vecchia conoscenza era pluripregiudicato (anche di reati gravi) ma con pene alternative, ai domiciliari o firma in caserma una volta al giorno
2019-05-15 22:13:33
I love Sicily!
2019-05-16 12:15:32
Non mi voglio allargare, ma a qualcosa bisogna pur credere.
2019-05-15 12:08:40
Magari dopo il pestaggio..."Scusi, ho sbagliato scuola.." Ma non sei qui di scuola?Papa'sono ormai alle Medie...edificio dopo.
2019-05-15 13:19:16
Siamo in Italia e, più passa il tempo sia astronomico che soggettivo, la legge dei "valori e dei principi" va in conflitto con quella sociale o si separa in una diarchia, nel mezzo il nulla, solo il rancore, la delusione di aver creduto o sperato che la cumunità umana progredisse civilmente, sempre riferendomi all'Italia. Non penso che siano errori quelli che viviamo, sono più che convinto che gli sviluppi che stiamo vivendo siano intenzionalmente voluti. Di solito uno stupido dopo aver commesso un errore cerca di porre rimedio, qui invece si persevera, i conti non tornano, allora non si tratta di stupidità ma bensì di....