Martedì 14 Maggio 2019, 22:59

Scatta il "daspo" per le baby-gang dopo la guerriglia a colpi di bottiglie rotte

PER APPROFONDIRE: baby gang, bottiglie, guerriglia, piazze, polizia
Il piazzale davanti alla Rotonda con i cocci delle bottihlie
ROVIGO -  Una scazzottata fra piazza Vittorio Emanuele II e Corso del Popolo, con un ragazzo finito a terra e preso a calci alla testa e alla pancia da altri giovani e una sorta di resa dei conti in piazza XX Settembre con tanto di bottiglie di vetro brandite minacciosamente e poi rotte e lanciate. Due episodi violenti, avvenuti a poche ore di distanza, che avevano scosso la tranquillità di una domenica primaverile, il 31 marzo scorso, lasciando dietro di sé una coda di preoccupazione.
IDENTIFICATI
Ieri dalla Questura è arrivato l’annuncio che i protagonisti, otto giovani, tutti attorno ai vent’anni tranne un minorenne, quattro di origini marocchine e quattro di origini albanesi, sono stati denunciati per rissa. E, nei loro confronti, sono state decise anche delle misure di prevenzione, che vanno dall’avviso orale al divieto di ritorno in città.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Scatta il "daspo" per le baby-gang dopo la guerriglia a colpi di bottiglie rotte
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2019-05-15 14:52:24
Che tristezza questi giornalisti che insistono con il termine BABY per poi scrivere ragazzi di vent'anni. A vent'anni si è uomini. Si parla quindi di delinquenti belli fatti e finiti.
2019-05-15 11:55:05
Scommessa vinta.
2019-05-16 08:42:02
Staranno ancora tremando per paura della Daspo!! Ridicoli.
2019-05-16 08:42:05
Staranno ancora tremando per paura della Daspo!! Ridicoli.