Lascia l'auto sulle strisce per le moto: parroco multato mentre celebra la messa

PER APPROFONDIRE: don ivano maddalena, messa, multa, prete, vicenza
don Ivano Maddalena
VICENZA - Il suo posto riservato è occupato, e così è costretto a parcheggiare la macchina da un'altra parte, sugli spazi riservati alle moto: al ritorno trova la multa di 42 euro. Niente di strano, se non fosse che ad essere sanzionato sia stato il parroco della chiesa di San Pietro, don Ivano Maddalena, e che la multa sia scattata mentre il prete stava celebrando la messa. Il don ha riportato il suo caso su Facebook - come riporta Il Giornale di Vicenza - ammettendo: «Ho sbagliato, pago. Errore mio».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 25 Aprile 2019, 13:33






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Lascia l'auto sulle strisce per le moto: parroco multato mentre celebra la messa
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2019-04-25 15:38:53
Mi pare giusto.
2019-04-25 17:30:48
giustissimo, a mio avviso...la legge dev'essere uguale per tutti e l'uomo di Chiesa lo sa benissimo!
2019-04-25 18:07:53
Infatti, lo ha riconosciuto lui stesso. A differenza di chi, dopo aver superato i limiti di velocità e venir pizzicati dall'autovelox, dicono che il trasgressore à il Comune, perchè vuole solo far cassa...
2019-04-26 13:54:20
Forse per dare la possibilità di esprimersi a chi non può fare a meno di intervenire su ogni cosa.
2019-04-26 00:02:44
Certo, la multa va pagata…ma che cosa significa avere un posto riservato? E’ un posto segnalato e nel caso c’è del dovuto anche da chi ne ha fatto un uso improprio? Don Ivano,dato che non era la prima volta, almeno una foto (rapida col telefono) al mezzo e alla targa con cui, anche tramite web risalire al proprietario e relativo luogo di residenza con invio della copia del verbale di contravvenzione, no?. Se il maleducato intende provvedere almeno in parte, bene. Diversamente un «bravo ciò, l’obolo al Comune lo pago mi!»…la vita è strana, a volte ripropone per un: «grazie ancora, ma ho finito le guance e le foto sul cellulare».