La Costituzione è "un libro di m...". Esposto contro il prof dell'alberghiero

Sebastiano Sartori
VENEZIA - Post xenofobi su Facebook e insulti, sempre ai social, alla Costituzione definia «un libro di merda». Poi frasi di apprezzamento per Himmler e Goering. Tutto scritto da un docente di Storia dell'Arte di un istituto alberghiero di Mestre, Sebastiano Sartori, già segretario veneto di Forza Nuova. A denunciarlo un gruppo di genitori che ha fatto un esposto alla direzione scolastica e alla procura, chiedendo, tra l'altro, la rimozione dall'insegnamento.

Accade all'istituto all'alberghiero Barbarigo di Mestre dove l'insegnate di Storia dell'Arte si è lasciato andare ad insulti piuttosto forti su Fb contro i cardini istituzionali, travolgendo anche la Costituzione definendola «un libro di merda». E inneggiando, come riferiscono i giornali locali, a «campi di concentramento in Libia», con parole di ammirazione per Goering e Himmler e via dicendo. Sartori non è nuovo a simili pensieri sul suo profilo Fb, tanto che già nel 2015, era stato oggetto di una segnalazione all'ufficio scolastico veneziano da parte del Coordinamento studenti Medi per il suo inneggiare «alla violenza e all'odio razziale». E ancor prima, nel 2013, è stato denunciato per aver esternato la sua simpatia al Ku Klux Klan, fatto questo di cui è stato però assolto dalla magistratura. Ora sono i genitori, che hanno i propri figli nella classe dove insegna Sartori a chiedere, tra l'altro, provvedimenti disciplinari, preoccupati dagli atteggiamenti del docente che «inneggia al razzismo, alla guerra, all' intolleranza, al fascismo e a quanto di peggiore ci possa essere». «Si sono prese le misure dettate dalle norme», ha replicato la preside della scuola sulla vicenda.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 19 Aprile 2019, 12:07






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
La Costituzione è "un libro di m...". Esposto contro il prof dell'alberghiero
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 37 commenti presenti
2019-04-21 12:09:40
Bravissimo , hai ragione. Poi se l'elemento è questo ritratto in foto, non c'è bisogno di spiegazione...hahahahahahahaahahahahaha.....sti fasci, comici...ciao enrico..ciao.
2019-04-19 16:31:49
Io non capisco la Costituzione, la dove dice: "L'Italia e' una repubblica fondata sul lavoro"....
2019-04-19 12:28:44
Licenziamento immediato senza se senza ma
2019-04-19 13:07:59
Pare impossibile che vi sia gente, anche istruita, che non si renda conto che scrivere le proprie opinioni su Facebook equivalga a proferirle coram populo. Ognuno è libero di pensarla come crede, ma di dire ciò che pensa senza un minimo di attenzione evidentemente no.
2019-04-19 14:03:39
Ma che insegnante d'arte. Un diplomato che si arabatta tra una stupida politica e la scuola, a conoscenza quest'ultima da anni del suo pensiero politico e del suo tracotanza atteggiamento. Poi come fate a commentare la nostra Costituzione, certo non siete più intelligenti di questo essere. Ora vediamo la nuova dirigente scolastica tanto ligio e dura alle regole alle circolari da non potersi sedere su una poltrona altrimenti la schiena si piega troppo cosa farà? Sotto il tappeto tutto? Oppure in nome della democrazia un insegnate può dire queste cose. Sta storia è da un po' che va avanti. Non è nemmeno il primo articolo di cronaca sul quotidiano.