Treviso violenta. Rissa in Riviera Garibaldi, bottiglia rotta e in tre contro uno

Mercoledì 17 Aprile 2019
18
TREVISO - Rissa a colpi di bottiglia rotta ieri sera, 16 aprile, intorno alle 19 in Riviera Garibaldi.Tre ragazzi sono stati arrestati sono stati posti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per il rito direttissimo odierno. Erano in tre, tutti con precedenti, contro uno.

Giunti sul posto, i poliziotti hanno notato due giovani che, agitando una bottiglia rotta, stavano rincorrendo un ragazzo. Gli agenti sono riusciti, con difficoltà, a sedare gli animi degli aggressori, quando improvvisamente, altri due ragazzi sono intervenuti nel tentativo di impedire ogni controllo da parte dei poliziotti.

Nonostante i diversi tentativi di fuga, spintonamenti e minacce da parte del gruppetto di giovani, gli uomini della Volante, anche mediante l’utilizzo dello spray urticante in dotazione, sono riusciti a riportare la situazione alla normalità ed a procedere al controllo, durante il quale, uno dei quattro, con un movimento repentino, ha cercato di disfarsi di un bilancino e di 5 confezioni di marijuana gettandoli nel Sile. Tale gesto è stato notato dagli operatori che hanno prontamente recuperato la droga e approfondito il controllo.

Alcuni testimoni hanno riferito gli agenti delle Volanti che la lite è nata per futili motivi: mentre il ragazzo era seduto su una panchina, è stato avvicinato da due ragazzi che hanno cominciato a minacciarlo, strappandogli gli occhiali dal viso. Lo stesso ha tentato di reagire e uno dei due ha rotto una bottiglia di birra su un palo della luce e lo ha minacciato, fino a costringerlo a scappare.

Al momento del controllo, i 4 ragazzi hanno iniziato a colpire gli operatori con calci e pugni e a scagliarsi contro il mezzo di servizio. Portati in Questura, i giovani sono stati identificati: si tratta di I.B., venticinquenne cittadino italiano di origini brasiliane, già colpito dal foglio di via dal Comune di Treviso e con diversi precedenti di polizia alle spalle che è stato arrestato per il reato di resistenza a pubblico ufficiale e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. A.S., ventenne del bangladesh, già arrestato recentemente dalle Volanti di Treviso per un episodio di furto in abitazione. Lo stesso è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, minaccia aggravata e violenza privata. C.A., trentenne del Guinea, è stato tratto in arresto per il reato di resistenza a pubblico ufficiale, minaccia aggravata e violenza privata. I.R., cittadino italiano di origini brasiliane, con alle spalle alcune segnalazioni di detenzione di sostanze stupefacenti, è stato denunciato per il reato di resistenza a pubblico ufficiale. Ultimo aggiornamento: 17:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci