Terrore sul bus, profugo minaccia: «Non avete ancora visto niente»

PER APPROFONDIRE: bus, jesolo, minaccia, profugo, terrore
Terrore sul bus, profugo minaccia:  ​«Non avete ancora visto niente»
JESOLO - «Non avete ancora visto niente ma la cosa peggiore sta per venire. Aspettare e vedere»: a scrivere questo commento su Facebook in merito all'attentato sull'autobus di una settimana fa nel milanese è un richiedente asilo di Jesolo. Parole che hanno fatto scattare una perquisizione eseguita dalla Digos su disposizione del procuratore capo di Venezia Bruno Cherchi, che coordina i pm antiterrorismo. Al momento l'uomo non è stato indagato in attesa della conclusione degli accertamenti ma non viene escluso che possa perdere lo status di richiedente asilo. È infatti ospite da un anno, insieme ad un centinaio di persone, nella struttura che la Croce Rossa ha attivato a Jesolo. Al centro delle verifiche, in particolare, il fatto che il migrante possa avere o meno contatti con gruppi radicali. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 26 Marzo 2019, 11:20






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Terrore sul bus, profugo minaccia: «Non avete ancora visto niente»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 54 commenti presenti
2019-03-26 11:41:51
Ospite da un anno? Profugo? A me ste robe fanno venir il voltastomaco, caricarlo sul primo aereo e via ai paesetti suoi, cioè sto tizio arriva, si fa mantenere a sbafo e pure minaccia? Ma scherziamo o cosa? Che c'abbiamo scritto fessi in fronte?
2019-03-26 12:04:52
Salvini, fallo “svolare” in Africa alla velocita’ Della luce !!!
2019-03-26 11:55:06
Verifiche, accertamenti, attesa... Attesa che commetta davvero una strage?
2019-03-26 13:18:51
lo dico da sempre, appena combinano qualcosa, anche una carta per terra, vanno rimandati a casa. se sono musulmani manco devono attraversare il mare.
2019-03-26 12:50:29
È veramente ora di finirla. Si deve entrare con passaporto e certificato penale pulito altrimenti molti paesi approfittano per liberarsi della loro zizzania che poi non r ivogliono indietro. Questo va rispedito immediatamente a casa e il modo in cui lo farei non lo scrivo altrimenti il gazzettino mi censura.