Lunedì 25 Marzo 2019, 17:54

In quattromila in corsa per il reddito di cittadinanza

PER APPROFONDIRE: domande, padova, reddito cittadinanza
Le domande per il reddito di cittadinanza

di Gabriele Pipia

PADOVA Imprenditori colpiti dalla crisi, operai rimasti a piedi dopo la chiusura della fabbrica, centralinisti part-time con stipendi troppo bassi per riuscire a mantenere la propria famiglia. Tutti in coda, carte in mano e cuore pieno di aspettative, per ottenere il reddito di cittadinanza. Sono oltre quattromila i padovani che hanno chiesto o sono pronti a chiedere la misura di sostegno economico introdotta quest’anno dal governo. Uomini e donne, soprattutto over 50, si sono presentati nelle ultime settimane agli sportelli Caf dei principali sindacati ma anche nelle sedi Acli e agli uffici postali di tutta la provincia. 

Dal 6 marzo è possibile prendere appuntamento e presentare domanda. Per ottenere la tanta agognata somma di 780 euro al mese (limite massimo) è necessario possedere precisi requisiti (tra cui un Isee inferiore a 9.360 euro) ed è obbligatorio accettare determinate offerte di lavoro (la prima nel raggio di 100 chilometri, la seconda entro 250 chilometri, la terza da tutta Italia). Le domande vengono inviate all’Inps e i richiedenti vengono poi convocati dai Centri per l’impiego per firmare il cosiddetto “Patto di lavoro”. 
Il primo sindacato a fare un dettagliato punto della situazione è stata la Cgil, ieri, nella stessa mattinata in cui si sono tenuti anche il comitato direttivo e l’assemblea generale della Fiom provinciale a Rubano, con la segreteria generale nazionale Francesca Re David. 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
In quattromila in corsa per il reddito di cittadinanza
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2019-03-26 18:40:04
eh...l'articolista dimentica di scrivere, oltre al " ed è obbligatorio accettare determinate offerte di lavoro (la prima nel raggio di 100 chilometri, la seconda entro 250 chilometri, la terza da tutta Italia) " che possono essere rifiutate senza perdere il sussidio qualora la paga proposta sia inferiore a 858 euro ... oppure l'informazione vale solo per il sud ? dai dai...
2019-03-27 20:59:37
Mi spiace per i veri bisognosi ma spendere facendo debiti non e' la soluzione; e' semplicemente pazzia.