Mercoledì 13 Marzo 2019, 21:13

Perizie choc: «Risarcire la piccola con 5 milioni? No perché morirà presto»

La piccola col Papa

di Francesco Campi

«Non possiamo che provare rabbia e frustrazione, nel vedere come nostra figlia sia considerata un oggetto, senza cuore nè anima: per soldi si infierisce ancora su di lei condannata ad una vita in gabbia per colpa di errori altrui e qualcuno si permette di dire che siccome morirà presto dobbiamo restituire il risarcimento». A provocare la reazione indignata dei genitori di Eleonora Gavazzeni, invalida al 100% dalla nascita per una tetraplegia spastica causata dalle lesioni neurologiche intervenute durante il parto...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Perizie choc: «Risarcire la piccola con 5 milioni? No perché morirà presto»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 28 commenti presenti
2019-03-14 08:01:59
Pubblicate il nome della compagnia e i nomi degli assicuratori che firmano tali comunicazioni. Poi privati ed enti pubblici faranno le debite disdette per cambio compagnia.
2019-03-14 12:33:10
Purtroppo per il risarcimento del danno le compagnie si attengono a dati oggettivi piu' che soggettivi. Auguri ai genitori.
2019-03-14 11:16:51
I figli sono per la vita, quindi se la figlia dovesse morire prima dei genitori, le assicurazioni dovrebbero pagare i danni alla mamma e al papà a vita.
2019-03-14 11:08:03
La vergogna e miseria disumana di certi personaggi che si nascondo dietro il paravento di aziende assicurative.
2019-03-14 07:54:55
Assicurazioni, finanziarie, banche e compagnie telefoniche. Succhiano succhiano senza fermarsi mai. Altro che zanzara tigre.