Biologa rifiutata con mail offensiva: «Figurati se prendiamo una da Palermo»

PER APPROFONDIRE: aviano, biologa, cro, lavoro, mail, palermo, pordenone, richiesta
Biologa rifiutata con mail offensiva:  «Non prendiamo una da Palermo»
 Una mail partita per errore da Pordenone e diretta in Sicilia ha scatenato una serie di proteste. Protagonista della storia è Erminia Muscolino 30 anni, di Ficarazzi (Pa), laureata in in Biologia che sta frequentando la specializzazione in biotecnologia medica e medicina molecolare. «Prima di terminare un altro corso di alta formazione in "ricerca chimica missione Cra" che sto seguendo ho mandato vari curricula in centri in Italia che si occupano di ricerca clinica. Uno l'ho spedito anche in provincia di Pordenone, al Cro di Aviano,  naturalmente dicendo che sono disponibile ad andare fuori anche a titolo gratuito. Per sbaglio ho ricevuto una risposta da questa struttura dove il testo era: "...Già ricevuta anche io.... Figurati se andiamo a prendere una da Palermo". Era una comunicazione interna arrivata a me per errore come ho potuto appurare essendo la mail indirizzata ad un'altra persona, ma che faceva riferimento chiaro alla mia richiesta».

A questo punto la giovane biologa è andata su tutte le furie. E ha reso noto la sua vicenda, ripresa anche dalla Tgr della Rai Sicilia.

Immediata e secca la risposta dell'istituto:  
«Non discriminiamo nessuno. Le borse vengono assegnate sul merito».

I particolari sul Gazzettino del 12 febbraio
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 11 Febbraio 2019, 15:47






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Biologa rifiutata con mail offensiva: «Figurati se prendiamo una da Palermo»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 169 commenti presenti
2019-02-14 21:25:49
A me da il VOMITO un post insulso in cui si paragona il raggiunto limite di sopportazione delle gente con i nazisti, e si etichetta quella stessa gente come aggeggi incapaci di un ragionamento "umano". Poi que "figuriamoci se..." è una colossale pagliacciata: i friulani sono ovunque conosciuti come "i mussi", gente che lavora duro, sgobba, e non si lamenta ogni minuto per futili motivi, come purtroppo è costume di altre genti italiote. E non solo: negli anni '70 a Veneia c'era il ministro australiano per l'immigrazione che ha detto: "Veneti, friulani, venite in Australia. Troverete sicuro lavoro. E l'Australia è la terra del futuro". Si dia una regolata, buon uomo.
2019-02-12 14:26:35
Delusioni sul mondo del lavoro ne abbiamo ricevute tutti e anche offese da parte di persone poco civili. Ma non per questo siamo andati a sbandierarlo in TV o altro luogo. Ora che tutti sanno che con poco questa ti sputtana l'azienda, avrà ancora meno possibilità di trovare lavoro.
2019-02-12 13:45:47
Io penso che se non arriviamo da Palermo a Pordenone, a Bruxelles e tanto meno nel resto del mondo non ci arriverremo mai.
2019-02-12 15:09:05
Molto dipende dalla fama che ci portiamo dietro. Qualcuno è conosciuto per Ferrari e Maserati, qualcuno per mafia o camorra. Occhio: non sono io che ho creato questa mentalità diffusa in tutto il mondo.
2019-02-12 12:15:25
§§ ultimo tentativo,SE passa,e per CHI vuol capire. Se penso a quel co....ne di mio Nonno,croce al Merito di Guerra e Cav. di Vittorio Veneto,che pati' l'inferno per un '' Sacro Suolo'' dove certi meridionali vengono ad '' espletare'',invece che farla sul '' water'' come le persone normali.......!!!Doveva combattere per l'Impero Austro-Ungarico invece . ps. scusa Nonno,ma quando ci vuole ci vuole.