Si apparta in auto con un marocchino, presa a schiaffi e costretta a fare sesso

Martedì 5 Febbraio 2019 di Federica Serfilippi
34
 L’avrebbe schiaffeggiata, tirata per i capelli e costretta a subire un rapporto sessuale contro la sua volontà. Sono queste le accuse che la procura muove nei confronti di un marocchino di 26 anni, rinviato a giudizio ieri mattina dal gup Francesca De Palma. Lo straniero, residente a Osimo e operante nel settore della ristorazione, dovrà affrontare il 4 dicembre 2019 la prima udienza del processo che lo vede imputato per violenza sessuale. Vittima sarebbe stata una ragazza poco più giovane di lui, abusata nella notte tra il primo e il 2 ottobre del 2015 in una piazzola non tanto distante dal pub Mc Neil di Osimo.
Ultimo aggiornamento: 13:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA