Padova e Mestre in allerta "rosso", arriva lo stop anche ai furgoni

PER APPROFONDIRE: euro4, limitazioni, pm10, polveri sottili, veneto
Padova e Mestre in allerta rossa, stop anche ai furgoni Treviso e Vicenza salve per un pelo
VENEZIA - L'Arpav (Agenzia regionale veneta per l'ambiente) ha emesso oggi, 14 gennaio,  l'attesissimo bollettino sula qualità dell'aria, che determina i blocchi del traffico nel Veneto. In Veneto livelli di Pm10 continuano a permanere al di sopra del valore limite giornaliero in molte aree, ed è quindi scattato, in base a quanto previsto dall'Accordo di Bacino Padano, il livello di allerta 2 «Rosso» a Padova e a Venezia, dove si sono registrati 10 superamenti consecutivi del valore limite giornaliero. Il queste due città, quindi, il Comune dovrà fermare anche le diesel Euro4 e anche i veicoli commerciali diesel Euro4, con grossi problemi per le forniture e le consegne nei centri storici.

Il medesimo livello di allerta Rosso è stato raggiunto a Piove di Sacco (Padova).

Treviso invece evita di un soffio il livello rosso, e resta al livello 1 "Arancio" nonostante continuati sforamenti consecutivi della soglia di Pm10, grazie al fatto che il 7 gennaio le polveri sottili si sono mantenute esattamente a quota 50 microgrammi per metro cubo, precisamente il livello massimo tollerato, ma senza oltrepassarlo. Negli altri giorni è stato un dramma, il tetto è stato superato stabilmente, toccando quote di 163, oltre tre volte il limite, ma i 10 giorni di sforamento consecutivo si sono interrotti: dal 7 gennaio siamo sempre ben oltre il limite, ma sono "solo" sei giorni consecutivi.

Permangono al livello 1 (allerta Arancio, con almeno quattro superamenti consecutivi ma meno di dieci) oltre a Treviso, anche Vicenza Verona ,e i comuni di Castelfranco (Treviso), Chioggia (Venezia), Este e Tribano (Padova).

Anche a Vicenza, però, la situazione è critica: i giorni di sforamento consecutivo sono già 9. Ne basterà un altro - oggi, 14 gennaio - per passare all'allarme rosso.

La situazione di criticità - sottolinea Arpav - è diffusa in gran parte del territorio regionale: su un totale di 26 stazioni di monitoraggio in automatico del Pm10, 21 hanno superato ieri il valore limite giornaliero in tutte le province. Le condizioni di prevalente alta pressione, che da oltre una settimana stanno interessando la regione, renderanno il tempo ancora stabile almeno fino a giovedì, quando l'arrivo di una saccatura atlantica dovrebbe portare nuvolosità e aumento della probabilità di precipitazioni. Di conseguenza, fino a giovedì si avranno ancora in prevalenza condizioni di ristagno degli inquinanti nella bassa atmosfera. L'unico fattore che temporaneamente potrà favorire una parziale dispersione delle polveri fini sarà un moderato aumento della ventilazione tra la tarda mattinata di oggi e le primissime ore di domani.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 14 Gennaio 2019, 12:32






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Padova e Mestre in allerta "rosso", arriva lo stop anche ai furgoni
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 17 commenti presenti
2019-01-14 14:35:22
Actv,taxi,barche,navi etc etc loro sono a norma invece...
2019-01-14 18:23:01
Proprio ieri uscendo da Padova ero dietro un autobus di linea che dalla targa dovrebbe avere minimo minimo 20 anni. Ha dato una accelerata e si è annerito il cielo. Questo non inquina vero? La revisione la passa, come mai?
2019-01-14 12:39:56
Danza della pioggia per combattere il pm10... hahahaha! Nel frattempo il mio vicino ogni giorno per circa un’oretta, finche il camino non si scalda, fa una ciminiera che sembra quello della costa a venezia
2019-01-14 15:17:35
Appare chiaro che il 6 gennaio vi è stato uno sforamento doppio rispetto ai giorni precedenti e successivi. Pan e Vin, tanto amato ma da chi? Politicanti che hanno permesso questo spettacolo da medioevo invece di bloccarlo, per paura di perdere voti nelle campagne, dovrebbero istituire la pulizia/lavaggio delle strade per abbattere i PM3-10-100 invece di bloccare chi con i mezzi lavora.
2019-01-14 12:49:22
e chi ci lavora col furgone cosa fa, va in tassì?