Clochard "sfrattato": multa di 100 euro per il vicesindaco Polidori

il senzatetto romeno

di E.B.

TRIESTE - Multa di 100 euro per il vicesindaco del capoluogo giuliano Paolo Polidori per aver gettato in un cassonetto delle immondizie indifferenziate le coperte di Mesej Mihaj, senzatetto romeno che stazionava nella centrale via Carducci. Polidori ha pagato la multa per conferimento improprio di rifiuti ma si riserva di approfondire, senza fare ricorso, l'effettiva irregolarità del suo gesto. Il vicesindaco potrebbe trovarsi a breve a dover far fronte ad un'altra "tegola" ossia una diffida da parte del legale del fotografo toscano Massimo Sestini per aver utilizzato su Facebook una sua fotografia senza permesso: la richiesta è di un risarcimento pari a 30mila euro. ll gesto di Polidori - che lo aveva reso pubblico su Facebook con tanto di foto scrivendo «Sono passato in via Carducci, ho visto un ammasso di stracci buttati a terra... coperte, giacche, un piumino e altro; non c'era nessuno, quindi presumo fossero abbandonati: da normale cittadino che ha a cuore il decoro della sua città, li ho raccolti e li o buttati, devo dire con soddisfazione, nel cassonetto: ora il posto è decente! Durerà? Vedremo! Il segnale è: tolleranza zero!! Trieste la voglio pulita!! PS: sono andato subito a lavarmi le mani! E adesso si scatenino pure i benpensanti, non me ne frega nulla!!» - La vicenda ha scatenato  una vera e propria bufera mediatica diventando un caso internazionale.

Lo stesso vicesindaco tuttavia ha voluto chiarire quanto successo spiegando che si trattava di un cittadino romeno già «piantonato dalla Questura» e con a carico una serie di procedimenti penali e uno di allontanamento. Pare inoltre che il barbone avesse rifiutato ogni offerta di accoglienza da parte delle strutture preposte. In segno di solidarietà verso il senzatetto "sfrattato" (poi accolto sul Carso dalla comunità romena) un gruppo di triestini ignoti aveva lasciato in via Carducci coperte e indumenti scrivendo su un cartello «Caro amico, speriamo che questa notte tu soffra meno il freddo: ti chiediamo scusa a nome della città di Trieste». 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 11 Gennaio 2019, 09:43






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Clochard "sfrattato": multa di 100 euro per il vicesindaco Polidori
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 15 commenti presenti
2019-01-11 11:15:36
Pure la.multa....sempre peggio...vice sindaco io sono con te la gente non sta bene...
2019-01-11 12:33:40
Multa troppo bassa!
2019-01-11 12:37:45
Sono pure pochi 100 euro....
2019-01-11 10:50:25
non me ne può interessare di meno di polidori, ma, se polidori viene sanzionato per aver sbagliato cassonetto, è o non è sanzionabile lasciare coperte cartoni e masserizie sparse per terra ... e non ditemi che può inteso come 'non abbandonata' o a 'carattere provvisorio', quando si ripete tutti i giorni
2019-01-11 10:24:42
Oggi notizia di vetri di taxi triestini spaccati,di gente che lavora... e nessuno fara' loro sconto.Se qualcuno ha svuotato il ripostiglio di casa per fare ripiccae usatoi soliti cartoni pennarellati, ,si vede che non ha mai avuto rogne ( tipo vandalismi o percosse per strada da sconosciuti alticci) altri aprano colletta per l'autore del gesto"indignado". Controllori dell'ordine pubblico e del decoro civico si diano come protettore "Don Abbondio". Ho denunciato lo scaraventamento in mio cortile di un bidone di rifiuto umido rotto, con tanto di codice.La ditta mi ha risposto che non possono entrare in terreno privato a recuperare e sanzionare per l'abbandono ..anche se manca una recinzione tra strada e cortile.Col favore delle tenebre l'ho scaraventato nelle palstiche diferenziate da raccogliere...altrimenti sarebbe li' da mesi e mesi. Cani e gatti morti per strada??IL consiglio sussurrato da certi agenti e' di smaltirli in qualche fosso, che la loro trafila regolare e' lunga e costa soldi al comune...I cittadini hanno telefonato alla Forestale....che si e' imposta agli urbani:musi lunghi per la trafila sopportata.