Tassa d'ingresso, Ciambetti: «Non sia applicata ai Veneti e a chi vive, lavora e risiede in regione»

Roberto Ciambetti
VENEZIA - Una tassa di ingresso per Venezia, ma chi dovrebbe pagarla? I pendolari mordi e fuggi, certo, ma come classificarli e come stabilire chi abbia diritto ad essere esentato dal versamento dell'obolo. La nuova tassa per accedere alla città lagunare fa già discutere, soprattutto i non residenti a Venezia che tuttavia sono costretti a frequentare la città per motivi lavorativi. E fra tutte le voci una in particolare si leva sopra le altre, è quella del presidente del Consiglio regionale del Veneto, Roberto Ciambetti, che fa una richiesta precisa a coloro che dovranno studiare e fissare i criteri della nuova tassa: «Non sia applicata ai veneti e a chi vive, lavora e risiede regolarmente nella nostra regione».

Venezia, il ticket d'ingresso: vale 50 milioni l'anno e ai turisti può costare anche 10 euro


«Venezia è una realtà delicatissima - prosegue Ciambetti in una nota - che non può reggere i flussi turistici e la logica del mercato globalizzato. Mentre ogni altra realtà turistica deve in qualche modo adattarsi alla domanda e alle esigenze del turista contemporaneo, Venezia deve iniziare a imporre le sue regole: è il visitatore che deve adattarsi a Venezia e non viceversa. Ben venga, dunque, un'iniziativa che può avviare una profonda revisione del rapporto tra questa città e il turismo di massa. Ma non possiamo considerare visitatori o turisti quanti vivono e risiedono regolarmente in Veneto. A questi cittadini, che hanno in Venezia la loro capitale e un punto di riferimento culturale oltre che politico e amministrativo - conclude - non si deve applicare la tassa di ingresso».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 1 Gennaio 2019, 14:38






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Tassa d'ingresso, Ciambetti: «Non sia applicata ai Veneti e a chi vive, lavora e risiede in regione»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 78 commenti presenti
2019-01-02 17:48:05
dai, che grazie ai campagnoli avete imparato a leggere ed a scrivere
2019-01-03 06:37:37
fosse par mi, farei pagare tutti i venesiani che spussa da freschin e i lidioti che vengono a mestre a fare la spesa nei supermercati, 20 euro a succa non de manco.
2019-01-02 10:16:24
Chi siete?, da dove venite?, dove andate? 5€. Chi siete?, da dove venite?, dove andate? 5€. Chi siete?, da dove venite?, dove andate? 5€. Chi siete?, da dove venite?, dove andate? 5€.
2019-01-02 10:07:02
Chi dice che mettere una tassa sui visitatori di Venezia e' incostituzionale, non sa' quello che dice! Chi ha scritto la Costituzione non poteva vedere cosa avrebbe portato il turismo di massa a Venezia! La citta' e' lentamente morta proprio a causa del Turismo! Tutti gli spazi che erano inizialmente occupati da abitazioni per i Veneziani, sono stati convertiti in negozi, boutiques, gallerie d'arte, caffe', bar, ristorantini, pizzerie, paninerie, gelaterie, yougurterie! I 250.000 Veneziani, che erano residenti a Venezia 60 anni fa, con mogli, mariti, figli, nonni e nonne, suocere e cognate, etcc etcc. non ci sono piu'! Le attivita' di artigianato e di mercato che offrivano occupazione e lavoro a questa popolazione, gli asili, le scuole, gli istituti Professionali, sono spariti o sono stati convertiti in alberghi, ristoranti etcc. Se i turisti una volta erano 300.000 all'anno, ed ora sono 8.000.000 non ci vuol molto a capire che solo il fattore fisiologico comporta il fatto che Venezia diventa una grande cloaca, un gabinetto pubblico ed ha completamente perso la sua identita' di citta' vivente, composta da individui e famiglie che le danno l'aspetto e la sostanza propria di ogni altra citta' formata da persone e famiglie che la vivono come loro residenza e luogo di lavoro! Venezia e' diventata un "Fenomeno da Baraccone" ed e' giusto che chi va' a visitarla, paghi il biglietto di ingresso! Ogni nave da crociera che entra a Venezia, dovrebbe pagare 100 euro per persona per ciascuna persona a bordo, (turisti, e membri dell'equipaggio compresi). Se i VIP, dovessero arrivare in elicottero che atterra in campielli o piazze, trovo sia giusto far pagare loro 100.000 euro solo per posarsi e poi ripartire subito! Quando una citta' diventa Circo, e tutti vogliono vedere la Donna baffuta o la Donna Cannone, e' giusto che i visitatori paghino lo spettacolo!
2019-01-02 11:11:53
Tutto giusto. Però va detto che ci sono turisti e turisti. Ci sono turisti colti e affezionati, che portano lavoro e denaro alla città, e turisti ignoranti mordi e fuggi, che portano denaro solo alle multinazionali del settore. Questi ultimi mettono in fuga i primi, e pure i pochi veneziani rimasti che dal turismo, quello tradizionale, traggono, anzi traevano, un supporto economico. Venendo a mancare il quale, Venezia si svuoterà del tutto e finirà completamente in mano alle multinazionali, diventando appunto una grande cloaca. Purtroppo pare che le istituzioni non siano consapevoli di questo, oppure, il che è ancor peggio, fingano di porsi il problema ma in realtà siano complici delle multinazionali puntando solo a far cassa. Finché dura.