Sabato 29 Dicembre 2018, 07:11

Autonomia, altolà di Zaia: «Non firmo un'intesa annacquata»

Autonomia, l'altolà di Zaia: «Io  non firmo una intesa annacquata»

di Angela Pederiva

Una settimana dopo aver registrato l'incardinamento (e non l'approvazione) in Consiglio dei ministri, Luca Zaia ascolta il nuovo annuncio del premier Giuseppe Conte sull'autonomia. Non è tutta musica per le orecchie del presidente del Veneto: un altro mese e mezzo di «riflessioni interne», la frenata sul trasferimento di tutte le competenze nelle materie pur caratterizzate da «potestà legislativa concorrente Stato-Regioni». Stretto fra l'incudine della lealtà istituzionale verso il...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Autonomia, altolà di Zaia: «Non firmo un'intesa annacquata»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 92 commenti presenti
2019-01-14 11:49:22
Cosa racconterei io da 150 anni ? Intendi dal 1861 o dal 1866 ?
2019-01-14 11:50:49
Intendi l'italia, il suo Sistema che la racconta da 150 anni ? In questo caso è vero !
2018-12-29 19:08:42
Piu' il potere e' centralizzato e piu' e' difficile controllarlo;la centralizzazione e' nemica della Democrazia,della liberta' individuale.
2018-12-29 21:25:10
Sì, nell'antico Ducato di Venezia il potere era fortemente centralizzato su Venezia, alla Terraferma dei campagnoli, nemmeno le briciole, figurarsi la democrazia, del tutto sconosciuta- Il potere era del Duca e la ristretta cerchia di Veneziani tutti cooptati dal Libro d'oro…
2018-12-30 10:26:01
Non era un ducato ma una repubblica. Il doge veniva eletto.