Presepe pubblico imbrattato e volti dipinti di marrone: «Razzisti siete voi»

PER APPROFONDIRE: imbrattato, presepe, udine
il presepe deturpato
UDINE - «La vostra fede, un razzismo dalla lunga storia», «il vostro Giuseppe, un uomo a cui negate la dignità togliendo le panchine», «il vostro Gesù, un bimbo nato a bordo delle navi che non accogliete». Sono alcune delle scritte apparse nella notte di Natale con cui è stato imbrattato il presepe di piazzetta del Pozzo, a Udine. Le frasi che hanno imbrattato le sagome di Giuseppe, Maria e Gesù sono state subito rimosse. Coperte, sempre con la stessa vernice spray utilizzata da ignoti, anche le teste dei protagonisti della natività, "africanizzati", mentre davanti all'opera è stato ritrovato un tappeto orientale. Non è ancora chiaro chi possa essere stato a compiere il gesto, definito oltraggioso per la città, dal sindaco, Pietro Fontanini, giunto sul posto. Probabile la ritorsione contro la decisione del Comune di rimuovere le panchine per far spazio al presepe e evitare bivacchi nella zona.  «E' un atto di blasfemia contro la religione cattolica che ci preoccupa molto - ha commentato il sindaco . È la seconda volta nel giro di poco tempo che il presepio di piazzetta del Pozzo, in pieno centro a Udine, è oggetto di un attacco con frasi ingiuriose».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 26 Dicembre 2018, 15:20






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Presepe pubblico imbrattato e volti dipinti di marrone: «Razzisti siete voi»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 27 commenti presenti
2018-12-26 21:04:49
Gesto senza alcun senso logico apparente, se non dettato da qualcuno con grossi problemi. È bene non cedere a questi assurdi comportamenti, le panchine non sono state inventate per fini barbonici...
2018-12-26 20:36:30
Un gesto poco elegante, ma non violento e innocuo. Ma le frasi hanno un fondamento storico forte cosi. Per questo, con le spalle al muro, non sanno inventarsi altro che dare della "blasfemia" a tutto: perche' le frasi dicono il vero e non sanno come reagire di fronte ad una verita' che non e' la loro assoluta. La Chiesa evidenzia la propria falsita' ogni giorno, e anche solo avere la banca piu grande al mondo rende questa falsa religione una paradosso totale. Ci credo che crollano davanti a gesti semplici e schietti fondati sui fatti come questo.
2018-12-27 17:11:21
"Un gesto poco elegante, ma non violento e innocuo.", Sul poco elegante non si discute, ma sul gesto innocuo non sono d'accordo. Gli imbrattatori sono il frutto del nulla mentale "diretto" da chi sa come farlo. A costo di essere irriverente farei un parallelo con le tifoserie di varie discipline, che ritengo composte da personaggi "strani, ma diretti", quindi non inoffensivi. A tutti loro farei obbligo di imparare a memoria La stazione di Zima (Vecchioni), sempre che poi se ne riscontri l'utilità...
2018-12-28 00:57:53
@franco: Quei "frutto del nulla" hanno piazzato frasi semplici e storicamente vere. Alla chiesa, colpevole di andare contro i suoi stessi insegnamenti e di predicare bene e razzolare malissimo, non e rimasto altro che balbettare "eresia, blasfemia" come nel Medioevo. Semplicissimo.
2018-12-28 18:00:44
E' per questo che sono alla stazione fs di Zima.