Morì a 16 anni di overdose nei bagni della stazione: preso il pusher 24enne

Venerdì 21 Dicembre 2018
I bagni della stazione di Udine dove venne trovata morta la 16enne
26
UDINE - Un giovane di 24 anni, cittadino afgano, J.S., è stato arrestato ieri dalla polizia con l'accusa di aver ceduto la dose letale di "eroina gialla" che fu assunta da una sedicenne friulana, morta per overdose nei bagni della stazione di Udine il 3 ottobre scorso. La ragazza era insieme con il suo fidanzatino.

L'arresto è stato eseguito in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Udine su richiesta della procura. Il giovane è indagato per spaccio e morte come conseguenza - non voluta - di altro reato. È stato identificato dagli investigatori che hanno visionato i filmati delle telecamere di videosorveglianza cittadine, e analizzato i tabulati e i telefoni cellulari dei ragazzi coinvolti nella vicenda. Lo spacciatore avrebbe fornito la sostanza lo stesso giorno della morte alla coppia di adolescenti, ed è stato rintracciato ieri pomeriggio nella zona di borgo stazione, dove si trovava violando, tra l'altro, un precedente divieto di dimora a Udine e una misura di prevenzione del foglio di via con divieto di ritorno a Udine
Ultimo aggiornamento: 11:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA