Sabato 15 Dicembre 2018, 22:43

«Baby-prostitute in centro a San Donà». Il sindaco Cereser lancia l'allarme

PER APPROFONDIRE: baby-prostitute, cereser, san donà
«Baby-squillo in centro a San Donà»  Il sindaco Cereser lancia l'allarme

di Davide De Bortoli

«Una baby gang con baby prostitute in centro a San Donà». È l’allarmante messaggio lanciato ieri mattina dal sindaco sandonatese Andrea Cereser al centro culturale Leonardo Da Vinci, durante l’incontro pubblico dedicato al futuro dello sport in città. All’appuntamento, infatti, erano presenti i referenti di quasi tutte le associazioni sportive locali. Cereser ha segnalato la presenza «di bande di minori, anche di seconda e terza media, con ragazze che arrivano anche alla prostituzione per portarsi a casa un po’ di soldi. Alcuni di questi ragazzi praticano sport, ragion per cui convocheremo i responsabili delle società sportive per cercare di aiutarli e salvarli». Il gruppo in questione
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Baby-prostitute in centro a San Donà». Il sindaco Cereser lancia l'allarme
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 51 commenti presenti
2018-12-16 16:40:10
Qui si parla di domanda e offerta, dimenticando però che il rapporto tra le due prospettive stabilisce solo una cosa, cioè il prezzo. Viviamo in un mondo in cui la società consumistica ci propina cose perfettamente superflue ed inutili che con la pubblicità e la moda, diventano necessarie... Siamo saturi di tutto eppure ci vogliono vendere ciò di cui non abbiamo bisogno...dai telefonini ultimissimo modello, ai vestiti ultimo grido fino alle medicine anche se stai bene... In poche parole, se c'è una grande ed invadente offerta, proposta in maniera subdola a tutte le ore tramite tv, social, giornali...si crea la domanda. La società odierna ti sta facendo da filtro impedendoti di ragionare con la tua testa.... Ti chiedono una cosa? Trovi subito la risposta sul telefonino...ma è la risposta del telefonino, non la tua, non conosci la risposta. Emblematica la pubblicità di tanti prodotti..."pensiamo a tutto noi, tu rilassati e goditi la vita" Tradotto, sii passivo e non rompere, compera e basta senza fare domande.
2018-12-16 18:13:47
La soglia media di attenzione richiesta ad un individuo nella società dello "smartphone" è pari, se non inferiore, a quella di un pesce rosso. La domanda, come giustamente osservi, è imposta e chi la subisce non fa altro che adattarsi aspettando passivamente (ma trepidante) che ogni giorno nell'acquario buttino un po' di granaglie variegate.
2018-12-16 19:15:22
quali pesci rossi d'acquario si nutrono di granaglie variegate?
2018-12-16 15:12:09
Se minorenni, vengano responsabilizzate per famiglie (ovvero: tua figlia minorenne si protituisce e tu, padre, madre non ve ne siete accorti ? Ma dove stavate, sulla luna ? In galera per mancata cura della prole. Eppoi si colpevolizzano quelle poche donne che non si sentono di portare avanti una gravidanza ! Dico che queste ultime sono assai più meritevoli di quelli che sfornano figli a che non posso per metterli sulle strade x prostituzione, furti, ruberie e truffe d'ogni genere
2018-12-16 16:30:43
In qualche modo e per certi versi le do ragione...c'è pure scritto sul Vangelo che le prostitute passeranno avanti... Ciò non vuol dire però incoraggiare a prostituirsi piuttosto che diventare madri....e non mi risulta che oggi, in Italia, ci sia una emergenza di troppi figli, casomai il contrario.