Uno sparo uccise Guerra, assolto il carabiniere Marco Pegoraro

Uno sparo uccise Guerra, assolto il carabiniere Marco Pegoraro
ROVIGO - Il giudice del Tribunale monocratico di Rovigo ha assolto perchè il fatto non sussiste, il maresciallo dei carabinieri Marco Pegoraro. Il militare era alla sbarra per avere sparato e ucciso, il 29 luglio del 2015 a Carmignano di Sant'Urbano, il 33enne Mauro Guerra. Quel giorno gli uomini dell'Arma sono andati a casa del giovane laureato in economia aziendale per convincerlo a farsi ricoverare in psichiatria. Ma lui non ha voluto ed è scappato in mezzo ai campi. Lo ha bloccato il vice brigadiere Stefano Sarto, ma Guerra ha reagito colpendo con violenza al volto il carabiniere.

Il maresciallo Guerra è intervenuto in difesa del militare e prima ha sparato due colpi in aria a scopo intimidatorio, e poi ha mirato su Guerra e lo ha ucciso perforandogli l'addome. Ieri, dopo la lettura della sentenza, la madre di Guerra ha dichiarato: "Lo Stato oggi mi ha ucciso per la seconda volta mio figlio".
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 15 Dicembre 2018, 20:05






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Uno sparo uccise Guerra, assolto il carabiniere Marco Pegoraro
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 16 commenti presenti
2018-12-16 16:43:01
Ce le dia. Ce le dia. Dopo aver rivisto un paio di volte il filmato, magari. Certo, mancava sul posto il Battaglione Mobile, che vuoi, che avrebbe risolto la situazione brillantemente... E pure il TASER era indisponibile, mannaggia.... Se poi il protagonista - del tutto fuori di melone - stendeva secco con la lunga spranga chi incontrava nella sua fuga che si faceva e diceva di bello? Per questo il carabiniere l'ha inseguito. Pochi penso l'avrebbero fatto. Kabobo non vi è bastato? E allora ditelo. E - come da filmato - ammetto di essere rimasto sbalordito dal tatto e dai modi con cui si è cercato di risolvere la faccenda prima che precipitasse, CHI L'HA VISTO ha dedicato un ampio spazio alla vicenda. Se vede il tutto, non fiata più. Ma proprio più, Franco....
2018-12-17 01:23:46
Il ragazzotto di un quintale era molto conosciuto dai cc, quindi chi si è presentato per ammanettarlo, in divisa e con l'auto di servizio, ha di proposito temporaneamente dimenticato di conoscerlo, e lo scopo mi sembra evidente. Un soggetto che si comporta in modo strano, va seguito in modo adeguato per la sua e l'altrui sicurezza, i cc sono specialisti in questi casi. Oltre ai filmati che ha visto cerchi anche "PadovaOggi-22 giugno 2018", se non dovesse bastare lasciamo perdere...
2018-12-16 08:56:29
Non ho capito quale fatto non sussiste ... Non è morto? È risorto? Non ha sparato? Si è sparato? Bah
2018-12-16 06:35:18
Ma quale assoluzione, abuso di potere , intimidazioni , omicidio , questa è la verità che ben si sa ed è evidente dai video disponibili. Vergogna.
2018-12-16 16:09:25
Ma li hai visti...??? !!!!