Mercoledì 12 Dicembre 2018, 22:46

«Cacciato dal Patriarca, non ci sto». Sacerdote rifiuta il trasferimento e accusa

PER APPROFONDIRE: d'antiga, moraglia, san marco
Don Massimiliano D'Antiga e il patriarca di Venezia Francesco Moraglia

di Alvise Sperandio

«Io, a San Marco a fare il chierichetto dei canonici, non ci vado. Sabato mi ritiro dal ministero ed esco di scena. Mi astengo per un periodo di riflessione, ma la mia prima scelta è rinunciare al sacerdozio in distonia col trattamento ricevuto». 
È durissima la reazione di don Massimiliano D’Antiga alla scelta del patriarca Francesco Moraglia di toglierlo da San Salvador e San Zulian per mandarlo, senza un ruolo preciso, in basilica. E per tutta risposta il sacerdote annuncia di voler gettare la spugna. 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Cacciato dal Patriarca, non ci sto». Sacerdote rifiuta il trasferimento e accusa
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 41 commenti presenti
2018-12-14 11:43:08
@viator: grazie per il suo messaggio. Quello che non capisco è come si faccia a non mettersi nei panni del sacerdote. Non credete che sarebbe più facile per lui andare a San Marco e fare la volontà del patriarca? Se solo la stessa attenzione posta nell'uso del possessivo in una frase, che per altro era ad indicare una comunità di fatto da lui supportata, venisse usata per cercare di fare qualcosa di buono.
2018-12-14 12:28:10
veneziana mi dispiace che tu sia cosi' ingenua. Il prete in questione non ha la coscienza pulita e obbedendo senza fiatare al trasferimento ammetterebbe le sue colpe. Invece sta facendo il diavolo a quattro, supportato dai suoi fedelissimi, proprio per confondere le acque e far passare il Patriarca dalla parte del torto. Figurarsi! Questo e' piu' furbo che santo.
2018-12-14 14:08:20
«Sta facendo il diavolo a quattro»: letteralmente.
2018-12-14 12:54:24
@veneziana: in tanti si chiedono da dove viene una reazione così spropositata. Reagisce alle modalità e intanto insulta il Patriarca con un'arroganza inusitata. Tanti suoi confratelli hanno accettato trasferimenti ad altro incarico e lui non solo contesta ma mette con grave irresponsabilità mette la gente contro. Immaturità seria o lucida pazzia, veda lei...
2018-12-14 09:58:17
Don Massimiliano è un sacerdote onesto e pronto a servire la sua chiesa e i suoi fedeli. Prima di criticare, credo sia giusto informarsi ed analizzare le informazioni con un lucidità, e soprattutto umanità. Se vi avanza del tempo (beati voi) andate a fare qualcosa di utile per la nostra povera città.