Aumenti di stipendi del personale, impugnata la legge della Regione

Lunedì 10 Dicembre 2018 di Angela Pederiva
2
A sei mesi dall'insediamento dell'esecutivo gialloverde, arriva la prima impugnazione di una legge veneta. Nella seduta di venerdì sera, il Consiglio dei ministri ha deliberato di portare davanti alla Corte Costituzionale la normativa con cui la Regione aveva scelto di uniformare gli stipendi degli addetti ereditati dalla Città Metropolitana di Venezia e dalle sei Province a quelli dei propri dipendenti. «Decisione strana e, almeno per il momento, incomprensibile», commenta il vicegovernatore leghista Gianluca Forcolin, che ha la delega al Personale, in riferimento al provvedimento assunto dal Governo amico. Nel mirino è finito il testo approvato dal Consiglio regionale, oltretutto all'unanimità, lo scorso 27 settembre: si tratta della legge 31, pubblicata sul Bur il © RIPRODUZIONE RISERVATA