Mafia nigeriana, ultimo arresto a Padova: Spataro "punge" Salvini

PER APPROFONDIRE: armando spataro, arresto, mafia, nigeriana, padova
Armando Spataro e Matteo Salvini
PADOVA - Si sono concluse «solo» ieri sera e «non prima» con l'arresto a Padova di uno dei ricercati, le attività delegate dalla procura di Torino alla questura nell'operazione contro la mafia nigeriana. Lo si ricava da una nota del procuratore Armando Spataro. L'operazione è quella che era stata annunciata dal vicepremier Matteo Salvini due giorni fa via Twitter. 

Il magistrato ribadisce che «la procura di Torino, l'unica competente in ordine alla direzione delle indagini, al rilascio della delega per la esecuzione di provvedimenti cautelari e alla gestione ed autorizzazione alla diffusione delle conseguenti informazioni ha potuto emettere solo nella mattinata odierna il presente comunicato stampa per non compromettere l'esito delle operazioni delegate che non si erano concluse il 4 dicembre, ma che, come si è detto, ieri sera».

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 6 Dicembre 2018, 14:35






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Mafia nigeriana, ultimo arresto a Padova: Spataro "punge" Salvini
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 21 commenti presenti
2018-12-06 18:27:56
Se lo dici per difendere l'ex leoncavallino neoministro degli interni tutto si spiega. Nel bene e nel male. Intanto mentre il ministro twetteggia felice e contento, il Dott. Spataro assicura alla giustizia i criminali. Non so perché ma quasi quasi mi spiace che il Procuratore andrà in pensione mentre resterà al suo posto un ministro così "gaio"... chip chip chip chip ....
2018-12-06 19:31:33
tranquillo che spataro va si in pensione ma di criminali per i soldi che prendeva avrebbe dovuto prenderne molti di più invece che fare il politicante come fa tutt'ora.
2018-12-06 16:31:09
Quando si dice: "un bel tacer non fu mai scritto". Ma possiamo seriamente dubitare che Salvini, il padano, conosca l'autore del detto, il veneziano Iacopo Badoer. E allora diciamoglielo con un linguaggio più consono proveniente da culture che tanto successo hanno portato al ministro e alla sua retorica populista. Così recita un proverbio arabo: "Non parlare se quello che ti viene da dire non è meglio del silenzio".
2018-12-06 16:18:10
pensavo che salvini non avesse tempo per queste storie, impegnato com'è a ingozzarsi giorno e notte
2018-12-06 18:47:21
Voi vi ingozzate da 150 anni a spese del nord.