Mercoledì 28 Novembre 2018, 12:31

Famiglia islamica contro l'ora di educazione fisica: «Sì, ma con il velo»

PER APPROFONDIRE: classi miste, ginnastica, islam, scuola, velo
Famiglia islamica contro l'ora di educazione fisica: «Sì, ma con il velo»

di Marco Agrusti

PORDENONE - L'ora di educazione fisica a scuola vissuta assieme ai compagni di classe di sesso maschile va bene, ma dev'essere lasciata la libertà alla famiglia di decidere cos'è meglio per la propria figlia. In sintesi, è l'opinione che filtra dalle stanze del Centro islamico della Comina, la massima rappresentanza istituzionalizzata dell'universo musulmano pordenonese. Il caso della giovane studentessa originaria del Maghreb la cui famiglia ha chiesto a un istituto scolastico cittadino di non farla partecipare alle lezioni di educazione fisica (il problema era rappresentato dalla presenza contemporanea in palestra di ragazzi e ragazze) ha suscitato reazioni anche all'interno del Centro islamico. La replica è stata affidata non all'Imam Hosni, che si trova all'estero e ha scelto di non parlare, ma al vicepresidente dell'associazione, Ben Driss. La sua posizione, che rappresenta quella del Centro islamico, da un lato riconosce (ce ne fosse stato bisogno) la libertà della scuola di perseguire gli obiettivi fissati nel
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Famiglia islamica contro l'ora di educazione fisica: «Sì, ma con il velo»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 35 commenti presenti
2018-11-28 12:40:30
Con il velo possono tornare a casa loro , magari a piedi così fanno un po’ di attività “ fisica “
2018-11-28 14:53:56
Non vi sembra che stiamo esagerando con queste ridicole, irrispettose richieste religiose, peraltro assurde nel nostro Pese? Qui vige il laicismo e il rispetto civile della persona che ha dei limiti beninteso. Ora essere accondiscendenti a degli stranieri che vorrebbero imporre la loro cultura "civile", religiosa e culinaria mi trova in questo contesto temporale e politico totalmente in disaccordo e contrario a priori, si, proprio a priori.con elementi del genere bisogna comportarsi come in Arabia Saudita, si, avete letto bene, se non gli comoda se ne devono andare o essere cacciati, ne più ne meno come fanno loro. Dov'è il problema, non esiste, se non nella mente dei globalizzatori, non che dei sinistri traditori degli italiani, che a tutti pensano sputando nel piatto a cui mangiano.
2018-11-28 13:38:08
Questa gente non solo non si vuole integrare ma vorrebbe riportarci al medioevo più oscurantista. Non solo in palestra ma neppure nelle aule dovrebbero indossare quell'indumento ignobile simbolo di sottomissione e inferiorità femminile. Cacciatela!
2018-11-28 15:23:10
Rimandate l'intera famiglia nel Maghreb. Nessuno li ha invitati qui. Non vogliono uniformarsi alle nostre leggi e alla nostra cultura? Rispediteli a Casablanca e non se ne parli piu'.
2018-11-28 14:07:36
Se non gli piacciono le regole iTaliote se ne tornino al paesello d'origine e se nati in iTaglia paese degli iTaglioni si adeguino.