Giovani pregiudicati "rapiscono" una prostituta romena: ritrovata in un B&b

Martedì 13 Novembre 2018
6
STRA/MOGLIANO - I carabinieri di Venezia, coadiuvati dai colleghi di Stra, hanno arrestato, ieri pomeriggio, a Mogliano, un ventinovenne albanese, pregiudicato, per detenzione abusiva di armi e di munizioni. Ma l’indagine continua perchè il giovane avrebbe condotto (con un complice) una sorta di “rapimento”.

La notte precedente con un 24enne romeno, pure pregiudicato, l'albanese aveva fatto irruzione in un'abitazione di Stra (Venezia) a casa di  una donna romena, sua ex-compagna, di fatto prostituta. L'appartamento era  di  una coppia di amici della donna, che la ospitavano. 

Sotto la minaccia dell’arma, poi rinvenuta, i due avevano convinto la donna a seguirli in un B&b di Mogliano. La famiglia della donna ha dato l’allarme e dopo poche ore i carabinieri li hanno raggiunti. Oltre all’arresto dell’albanese per la pistola, i due autori dell’irruzione sono stati deferiti per violazione di domicilio, minaccia grave e violenza privata.
Ultimo aggiornamento: 15 Novembre, 09:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA