Lavori sbagliati nella biblioteca: la scuola resta senza fibra ottica

Sabato 27 Ottobre 2018 di Giovanni Santin
Un cantiere per il posizionamento dei cavi della fibra ottica
Il cavo della fibra che porta internet è stato tranciato, la linea e la connessione sono saltate e biblioteca e scuola sono senza internet. Accade a Ponte nelle Alpi e se la biblioteca è chiusa per lavori, in questo momento a fare le spese del disservizio è la scuola elementare Arrigo Boito. Il disagio informatico è datato: risale all’inizio dell’anno scolastico. E solo adesso il problema sembra in via di risoluzione. I guai sono cominciati d’estate quando, durante i lavori di adeguamento che stanno interessando la biblioteca civica, è stato tranciato il cavo internet. E la linea di cui si serve la biblioteca è la stessa che garantisce internet anche alla scuola. «Colpa della ditta? No, semplicemente non si sapeva che il cavo corresse in quel punto», fanno sapere dagli uffici del Comune.  Secondo altri invece la ragione dell’incidente sta nel fatto che il cavo era stato interrato poco, correva quasi in superficie e per di più senza essere stato inserito in un tubo. Ma la sostanza non cambia. La scuola ha saputo dell’inconveniente all’avvio delle attività di settembre e dall’inizio delle lezioni è sempre rimasta priva della linea garantita dalla fibra. Ad essere limitate sono soprattutto le attività che le insegnanti possono svolgere grazie ad internet, per esempio, quelle garantite dall’utilizzo della Lim, la lavagna interattiva multimediale su cui è possibile scrivere, disegnare, allegare immagini, visualizzare testi, riprodurre video. Il Comune si è subito attivato per risolvere il problema, ma la connessione garantita dalla fibra ha bisogno di una particolare certificazione che, sommata alla lunghezza delle procedure burocratiche dell’amministrazione pubblica, ha determinato tale ritardo. Ora però la pratica dovrebbe essere in dirittura d’arrivo e forse risolversi già la prossima settimana. Inizialmente i progetti che interessavano l’ex scuola di Polpet che, al piano terra, ospita già da quindici anni la biblioteca comunale, erano due e separati fra di loro. Ma ancora lo scorso anno l’amministrazione comunale di Ponte li ha uniti. Il primo riguarda l’adeguamento sismico dell’intero edificio per un importo complessivo, comprese le spese di progettazione, di 293mila euro; il secondo, riguarda la creazione di un punto informativo turistico con particolare attenzione al cicloturismo, per una cifra totale di 173.973 euro.
  Ultimo aggiornamento: 08:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA