Sei ragazzi persi nei boschi e senza campo per dare l'allarme con il cellulare

PER APPROFONDIRE: ragazzi, soccorso alpino, tarvisio
Sei ragazzi persi nei boschi e senza campo per dare l'allarme con il cellulare
TARVISIO - Sei ragazzi, tra i 18 e i 20 anni, tutti Della zona di Tarvisio (Udine), sono stati soccorsi nella notte dai tecnici del Soccorso alpino di Cave del Predil e della Guardia di Finanza di Sella Nevea. Si erano persi tornando a valle dal Monte Forno dopo aver partecipato alla Festa dell'Amicizia, ricorrenza annuale che sancisce i buoni rapporti tra i tre popoli confinanti di Italia, Austria e Slovenia.

I ragazzi sono stati traditi da un dedalo di piste forestali che si incrociano nell'area, al rientro verso l'auto, parcheggiata a Poscolle di Fusine (Udine). Perso l'orientamento, hanno camminato per una decina di chilometri verso il confine tra Austria e Italia, in una zona in cui è completamente assente anche il segnale telefonico. Trovata un'area con una seppur debole copertura, intorno alle 22, i ragazzi sono riusciti a contattare il soccorso con il Nue 112 austriaco e il centro di cooperazione internazionale di Polizia di Thorl Maglern. Localizzati grazie al servizio SMS Locator, i giovani sono stati raggiunti dai soccorritori intorno all'1.30 di notte, in un ripido tratto di bosco alle pendici del monte. Anche se stanchi e infreddoliti, i giovani erano in buone condizioni. L'intervento si è concluso intorno alle 3 del mattino. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 10 Settembre 2018, 12:01






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Sei ragazzi persi nei boschi e senza campo per dare l'allarme con il cellulare
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2018-09-10 13:04:47
... nei boschi ci sono gli elfi, le fate e i sette nani. non è più luogo per i ragazzi d'oggi.. peccato perchè in tal modo i boschi se ne rattristano e si sentono abbandonati
2018-09-10 13:09:48
cellulare, strumento che spesso lascia a piedi. meglio partire con cesoie, cerini, un cambio asciutto aderente ed anti disperzione termica, guanti, berretto di lana, scarpe a mezzo polpaccio anti morso di vipera ( quelle prendono anche in alto, ci mirano proprio, a mezza gamba ), barrette energetiche ed acqua. se va male ci si salva senza gli altri
2018-09-10 13:48:50
corona, lo scultore e scrittore, intendo, diceva cose sulle presenze nei boschi. le trovi se digiti "mauro corona sulla neve", su you tube. non posso mettere il link perché la censura è grave ed impedisce il dialogo fra le persone pacifiche
2018-09-10 17:23:38
grande stella numerica, ti consiglio anche mauro corona scultura, la vita è anche togliere, inutile inseguire la luna all'altro capo del mondo. virtualmente te vojo bene, ma non voglio soffrire postmetto
2018-09-11 07:51:16
le mappe di carta saranno meno immediate ma rispetto ai cellulari funzionano sempre .