Lunedì 10 Settembre 2018, 11:26

​Muore in moto a 24 anni. Il papà: «Lo aspettavamo a cena, poi la tragedia»

Muore in moto a 24 anni. Il papà:
«Lo aspettavamo a cena»
PIOVE DI SACCO - Luca Mattietto avrebbe compiuto 25 anni il prossimo 2 dicembre. Lascia nello strazio papà Mariano, mamma Patrizia e il fratello Jacopo. Sabato, prima della tragedia che si è consumata lungo la strada dei Vivai a Saonara, aveva trascorso a Piove di Sacco la mattinata nell'azienda di elettronica e informatica del padre con il quale collaborava da sei anni.

L'INCIDENTE Tre amici in moto si urtano in corsa, 24enne cade a terra e muore

«Dopo pranzo - ha raccontato ieri il papà Mariano - ci ha salutato e ci ha detto che andava a fare una gita ad Asiago in moto con qualche amico. Lo aspettavamo per cena, poi abbiamo appreso della tragedia. Stava percorrendo la strada per far rientro a Piove e cenare insieme».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
​Muore in moto a 24 anni. Il papà: «Lo aspettavamo a cena, poi la tragedia»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2018-09-10 13:13:48
se era un bravo ragazzo come ha fatto ad ammazzarsi con la moto? se la colpa è solo della moto bisogna prendere in seria considerazione il fatto di doverle fortemente limitare visto che ammazzano i bravi ragazzi.
2018-09-10 15:00:25
ma come ti permetti di mettere in dubbio" se era un bravo ragazzo"??
2018-09-10 17:05:03
hai problemi, come me peraltro, curati e tanto. smetti di pensare gli incidenti siano voluti per scelta, si chiama incidente perché capita addosso spesso senza scelta, molto speso per sopravvalutazione delle proprie capacità e conoscenze. probabilmente era meglio di me, di te e di altri 1000 messi assieme, egli
2018-09-10 20:25:36
Coppertone e' da un po' che seguo i tuoi post, o si muore come vuoi tu ...o sei un poco di buono...tu tra aerei moto camion paracaduti deltaplani ,ogni disgrazia e' un monologo...ma insomma povero ragazzo..ma tu che vita hai fatto? casa chiesa lavoro?(ovviamente e rigorosamente a piedi..)
2018-09-10 13:02:02
... si muore in tanti modi. ma è evidente che la moto allo stato è una droga ovvero un mix di anarchia, violenza e prevaricazione.. una filosofia di vita, cercata e voluta. un tempo serviva per rimorchiare ora per distinguersi e violare leggi sapendo di farla quasi sempre franca.. cercare la poesia di un tempo è imperativo.. si può fare. no. non perchè sia morta la poesia ma il suo produttore..