Senato, Casellati all'attacco: «Chi non è presente prenderà meno soldi»

Senato, Casellati all'attacco: «Chi non è presente prenderà meno soldi»
PADOVA - «L'obiettivo» è quello di «ridurre i costi in una logica meritocratica e di responsabilità»: così la presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati, padovana, in un'intervista a Economy, parla del lavoro in corso di «approfondimento» al Senato, ricordando di aver avanzato la proposta per l'introduzione di «un meccanismo ancora più stringente tra trattamento economico dei parlamentari e loro presenza e produttività. A partire da una reale penalizzazione per ogni assenza in Aula o in commissione. Chi si assenta, chi non lavora deve guadagnare di meno».

Casellati ribadisce i propri dubbi circa il taglio dei vitalizi agli ex parlamentari per quanto riguarda il merito
mentre per quanto riguarda il timing assicura che anche Palazzo Madama farà scattare la nuova disciplina a partire dal 2019.

Giusto o sbagliato? VOTATE IL SONDAGGIO
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 28 Agosto 2018, 13:32






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Senato, Casellati all'attacco: «Chi non è presente prenderà meno soldi»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 47 commenti presenti
2018-08-28 15:17:00
Beh! mi sembra giusto.. è una vita che dico che il gettone di presenza per i parlamentari è un bonus che non deve spettargli... prendono già paghe da capogiro, hanno una miriade di bonus... e se presenziano anche 5 min. hanno altra indennità? è assurdo!!! anzi dovrebbero decurtare la paga per ogni assenza e la presenza deve essere piena... chiunque dei "normali" quando si assenta dal lavoro è penalizzato sulla busta paga.-
2018-08-28 14:33:38
Si ma dovete fare che la.presenza sia convalidata da impronta digitale così si eliminano I furbetti...e se qualcuno.sgarra va livenziato.come nel privato...
2018-08-28 18:47:27
Gli operai non sono mai stati pagati se non lavorano.Diciamo che fino ad'oggi i parlamentari hanno rubato o gli avete regalato i soldi. sarebbe anche ora che come tutti i comuni mortali,vengano pagati in base alla presenza.Potete benissimamente proibire anche l'utilizzo di smartphone,tablet e pc nell'aula del senato.I giochi,facebook e messaggini ve li scambiate fuori dell'orario di lavoro.Più che privileggi li chiamerei furti politici.Rubano tempo e soldi
2018-08-28 18:12:57
Non e' necessario chiudere. Basterebbe ridurre del 30-40% gli "onorevoli". Gli USA hanno 100 senatori e a noi ne servono 320 ?
2018-08-28 15:11:59
La proposta della Casellati mi pare piu' che ragionevole, mi meraviglio che una norma cosi' non esista gia' da decenni. In piu' aggiungerei che chi fa un tot di assenze consecutive o in un certo arco di tempo (sei mesi o un anno) decede dalla carica.