Lunedì 27 Agosto 2018, 11:00

«È lui che mi ha stuprata»: il volto ​di "Mario" riconosciuto tra 560 foto

PER APPROFONDIRE: jesolo, mohamed gueye, spiaggia, stupro
«È lui che mi ha stuprata»: il volto  di "Mario" riconosciuto tra 560 foto

di Davide Tamiello

Il suo volto è stato riconosciuto tra 560 profili diversi. Non ci sono solo le telecamere ad aver incastrato il 25enne senegalese Mohamed Gueye, da venerdì notte in carcere a Venezia con l'accusa di aver violentato una 15enne sull'arenile di piazza Mazzini a Jesolo. Quel book fotografico a disposizione degli investigatori della squadra mobile di Venezia non era casuale: si tratta di un registro di tutte le persone senegalesi controllate dalle forze dell'ordine dal 2016 a oggi. Non tutti necessariamente autori di reati, le ragioni per cui sono finiti all'interno di quell'archivio sono diverse. Averle catalogate per nazionalità, però, ha permesso agli agenti di avere una chiave. Il viso di Gueye è stato indicato più volte. Prima, fra tutti, la stessa vittima.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«È lui che mi ha stuprata»: il volto ​di "Mario" riconosciuto tra 560 foto
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2018-08-27 12:58:43
Avrà solo 15 anni, ma è possibile che si sia fidata a rimanere sola con uno con quella faccia? Sveglia ragazzine!
2018-08-27 12:57:26
Avrà anche solo 15 anni, ma è possibile appartarsi con uno con quella faccia? Sveglia ragazzine.
2018-08-27 12:38:26
Non possiamo pretendere che le nuove indispensabili risorse portino rispetto comprendano diritti e doveri, quando i buonisti, i centri sociali le maestrine di sinistra rapper e commentatori veritasi, insegnano che con la violenza l’indulto si ottiene il favore della magistratura e della chiesa!
2018-08-27 12:35:06
Per fortuna i magistrati non sono razzisti e quindi il poverino verrà presto liberato con tanto di scuse; infatti tutti sanno che, una volta vinto il concorso per entrare in magistratura, come per magia tutti i magistrati diventano onesti, incorruttibili, immuni da errori e purtroppo o per fortuna, intoccabili.
2018-08-27 11:45:38
è solo una vittima della società cannibale che non gli ha permesso di integrarsi a sufficienza: lui voleva che la società italiana diventasse poligamica, che le donne fossero al suo servizio dietro un suo schioccare di dita, d'altronde nel suo paese la violenza non è reato ma è prova di virilità. Che colpa ne ha lui se noi non ci siamo integrati alla sua cultura?