La Squadra mobile becca cinque latitanti: un italiano e quattro romeni

Sabato 18 Agosto 2018
8
PORDENONE - La Squadra mobile di Pordenone ha arrestato cinque persone, con il coordinamento della Procura della Repubblica, in un'operazione di monitoraggio e localizzazione di soggetti condannati che si erano resi irreperibili.

Si tratta di un uomo italiano di 47 anni, fermato a Verona, che dovrà scontare la pena di 4 anni di reclusione per i reati di furto e ricettazione commessi nel 2010 a Porcia e Fiume Veneto.

Il secondo arresto, avvenuto in Francia, riguarda un uomo di 44 anni, romeno, condannato alla pena di 9 anni e 2 mesi, latitante da oltre due anni, per furti in abitazione e ricettazione commessi tra il 2006 ed il 2007 a Pordenone, Mogliano Veneto (Venezia), Conselve (Padova), Padova, Verona.

Si trovavano, invece, in Inghilterra altri due cittadini romeni: il primo, di 29 anni, è stato condannato a 3 anni e 7 mesi di reclusione, per reati contro il patrimonio. Era ricercato da sei anni. Il secondo, di 43 anni, deve scontare un anno e 4 mesi di reclusione per ricettazione.

Infine, una donna romena di 48 anni, condannata alla pena di un anno di reclusione, per reati inerenti la prostituzione minorile, è stata rintracciata a Fiumicino, mentre sbarcava nell'aeroporto della capitale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA