In pensione il primario stakanovista. In reparto 40 anni senza una assenza

Giovedì 16 Agosto 2018
14
PORDENONE - Il Santa Maria degli Angeli perde due pezzi da novanta. Già, perchè oltre a quelli che se ne sono già andati in pensione e a quelli che andranno, hanno cessato di lavorare proprio in questi giorni due dei primari più importanti dell'ospedale: Giorgio Beltrame e Renato Tozzoli. 

OCULISTICA
Anche l'ultimo giorno di lavoro nell'Azienda sanitaria 5 per Giorgio Beltrame, Direttore del Dipartimento di Chirurgia Specialistica e della S.C. Oculistica di Pordenone, diventata con lui centro di eccellenza regionale, è stato normale. Ha operato come fa sempre diverse ore, poi il giro in reparto, il controllo dei pazienti e il breefing con i colleghi. È considerato uno sakanovista. Sono quasi 11 gli anni trascorsi professionalmente a Pordenone - ha commentanto emozionato Beltrame, che ha tracciato anche un bilancio. «Trentotto anni abbondanti di ospedale, oltre 40 mila interventi eseguiti, un milione e mezzo di chilometri percorsi, nessun giorno di malattia. Fin dal primo giorno del mio arrivo a Pordenone ho detto che volevo raggiungere l'obiettivo di far diventare il reparto centro di riferimento regionale per la chirurgia vitreoretinica».

IL RICONOSCIMENTO
«Anche se formalmente questo riconoscimento non ci è stato concesso, e ne sono rammaricato, di fatto lo siamo diventati - evidenzia il direttore Beltrame. Eseguiamo 600 interventi di vitreoretinica all'anno, oltre 60 trapianti. Numeri che dimostrano l'elevata attività dell'oculistica a Pordenone». Forte, sotto la sua guida, è stata l'integrazione delle professionalità tra l'Ospedale hub di Pordenone, l'Ospedale di San Vito al Tagliamento e Sacile. Giorgio Beltrame, manterrà comunque, un rapporto professionale con l'Azienda sanitaria 5 perché da settembre inizierà una consulenza.

IL LEGAME
«Certamente c'è un legame affettivo con i colleghi e con il personale infermieristico. Come consulente, dice, mi dedicherò alla clinica e potrò dare delle indicazioni sugli interventi più complessi, che sono quelli per i quali ho avuto pazienti da tutta Italia. «L'ultimo giorno di lavoro si è svolto a S. Vito al Tagliamento dove tutta l'attività del reparto è altamente produttiva. Sicuramente è il reparto più produttivo della regione - sottolinea con soddisfazione Beltrame - Da soli svolgiamo il 40% dell'attività regionale, per cui nessuno può smentirlo».

IL DIRETTORE
«Giorgio Beltrame è uno straordinario professionista - sottolinea il direttore generale dell'Azienda sanitaria 5 del Friuli Occidentale Giorgio Simon - che ha anche avuto la capacità di creare una squadra di altissimo livello. Ha saputo inoltre, cogliere l'opportunità offerta da un'Azienda sanitaria, come la nostra, con più sedi, assegnando a ciascuna, Pordenone, Sacile, San Vito al Tagliamento, funzioni specialistiche che saranno assolutamente mantenute». © RIPRODUZIONE RISERVATA