Maxi-retata nel regno dello spaccio: tra i 103 stranieri arresti ed espulsioni /Video

Maxi-blitz nel regno dello spaccio: tra i 103 stranieri arresti ed espulsioni
PADOVA - Dopo le proteste dei cittadini padovani per alcune vaste zone della città abbandonate al degrado allo spaccio e alla criminalità, la polizia ha fatto scattare ieri 7 agosto una vasta operazione di controllo del territorio nei Giardini Arena e piazzetta Gasparotto.

All'operazione hanno preso parte oltre 100 agenti e varie unità cinofile. Preceduto da una ttività di "osservazione" da parte della Squadra mobile, alle 16.30 è scattato il blitz: gli agenti hanno contemporaneamente bloccato le vie di accesso a piazzetta Gasparotto e gli ingressi dei Giardini Arena, facendo irruzione all’interno, bloccando  e controllando tutti i presenti.

 Sono stati complessivamente identificati 103 stranieri. Ben 28 di questi, soprattutto tunisini e nigeriani, sono stati condotti in Questura per controlli in materia di immigrazione. Alla fine per 10 stranieri (6 tunisini e 4 nigeriani) è scattata l'espulsione, che sarà effettiva: stamattina i 10 sono stati accompagnati al centro Rimpatri di Torino.  Si tratta di extracomunitari con a carico precedenti per spaccio di sostanze stupefacenti e reati contro la persona e il patrimonio, tutti sbarcati in Italia approdando nelle coste siciliane. Uno di loro, un cittadino  tunisino 30enne pluripregiudicato, ad agosto 2011, era stato tratto in arresto dalla locale Squadra di Mobile e poi condotto in carcere per il reato di violenza sessuale di gruppo nei confronti di una donna 43enne. Altri 8 stranieri sono stati colpiti dal decreto di espulsione con Ordine del Questore di abbandonare il territorio nazionale.

Per altri 3 stranieri con precedenti per spaccio è scattato il divieto di rimettere piede in provincia di Padova per tre anni. Di questi tre spacciatori, due sono cittadini nigeriani richiedenti asilo, con richiesta respinta ma ricorso in atto, e uno è un tunisino con regolare permesso di soggiorno, il quale aveva già il divieto di dimora in Padova ma lo violava tranquillamente.

Sono stati arrestati due uomini: un italiano 40enne di Pordenone perché sorpreso ad armeggiare su una bicicletta incatenata in una delle rastrelliera nei pressi di piazzetta Gasparotto e un romeno 30enne incensurato per detenzione a fini di spaccio. L’uomo era stato notato dagli agenti, fermi in via Valeri durante il controllo in atto, mentre sfrecciava a forte velocità a bordo di una Bmw 730 lungo via Trieste. Inseguito e bloccato in zona Facciolati, lo stesso è stato sottoposto a perquisizione personale estesa al mezzo, nel corso della quale gli agenti hanno trovato nascosto nell’abitacolo un involucro con 12 grammi di marjuana, mentre un ulteriore etto sempre di marjuana e un etto e mezzo circa di Hashish, sono stati trovati e sequestrati a seguito della perquisizione domiciliare effettuata dagli operatori.   
 

Cinque gli stranieri denunciati in stato di libertà: un cittadino del Togo per possesso ingiustificato di oggetti atti allo scasso sorpreso con un “cric meccanico” del peso di 2 Kilogrammi e lungo 30 cm, poi sottoposto a sequestro, nascosto in uno zaino; un sudanese e un gambiano perchè inottemperanti a precedenti ordini del questore di abbandonare il territorio Nazionale; un tunisino 30enne sottoposto agli arresti domiciliali per evasione e un cittadino del Ghana trovato in possesso di documenti contraffatti. 

Durante i controlli, anche grazie all’impego del pastore tedesco antidroga Zeus dell’unità cinofila, sono stati rinvenuti e sequestrati 250 g di marijuana.
 


 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 8 Agosto 2018, 16:07






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Maxi-retata nel regno dello spaccio: tra i 103 stranieri arresti ed espulsioni /Video
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 14 commenti presenti
2018-08-08 21:48:13
I cittadini che protestano e la polizia che interviene, tutti razzisti sono
2018-08-08 20:50:58
salvini bravo con gli arrivi. ma addesso ci devi liberare da tutta questa marmaglia che ci è arrivata. non ne possiamo più- ma quanto ci costano. solo droga violenza delinquenza.
2018-08-08 20:29:26
E le pensioni chi ce le paga adesso ?
2018-08-08 19:19:00
Ma tutti questi extracomunitari clandestini che hanno arrestato per vari reati come quello, grave, dello spaccio di stupefacenti, sbarcati a Lampedusa dichiarandosi (falsamente) profughi scappati dalla guerra e chissa' da quale altra diavoleria inventata, chiedendo la villeggiatura, vitto e alloggio gratis, che dura circa 3 anni (lo chiamano asilo, sic), non saranno mica quelli che ci dovrebbero pagare le pensioni, per caso? oppure non saranno mica quelli che vanno a fare i lavori che gli italiani rifiutano, per caso? Non saranno mica quelli che fanno diventare santi chierichetti del Papa, per caso? Ma allora se non sono tutto questo chi sono e cosa vogliono da noi? Ah, ho capito, vogliono fare i soldi in fretta per fare la bella vita, non importa come, anmche se vendono droga ai minorenni, e poi qui in italia con la (in) giustizia che abbiamo non rischiano molto, alla peggio li rispediscono al loro paese (come ha fatto il governo precedente di comunisti, sic), se sono ancora in italia e sono tutti pluripregiudicati vuol dire che non ne hanno rispedito nessuno, ce li siamo tenuti tutti sul groppone, e questo la dice lunga sui respingimenti. Io li manderei a scontare la pena in Turchia, a spese degli italiani, sarebbero i soldi piu' ben spesi, a dispetto delle tangenti pagate per gli appalti truccati, delle opere inutili e incompiute.
2018-08-08 19:10:48
io mi domando che ne faranno degli altri espulsione al rallentatore ????????