Brutale omicidio: marito ammazza la moglie massacrandola di botte

Ammazza la moglie massacrandola
di botte: omicidio choc a Cavarzere
Sangue ovunque, Maila ha cercato
di scappare
CAVARZERE - L'ha picchiata, l'ha massacrata di botte, pugni, poi forse utilizzando anche una sedia, fino ad ucciderla. Omicidio choc a Cavarzere (FOTO), vittima una donna di 37 anni, moglie dell'assassino, due anni più giovane di lei, entrambi italiani. Il femminicidio si è consumato la mattina di mercoledì 8 agosto in via Regina Margherita. A chiamare i soccorsi sarebbe stato lo stesso uomo, confuso, dicendo che la donna stava male, ma purtroppo, per la vittima non c'era più niente da fare. Il 35enne, di Chioggia, era detenuto agli arresti domiciliari per una tentata estorsione, era un detenuto modello, si è arreso senza fare resistenza ai carabinieri che lo hanno arrestato (VIDEO). L'uomo è stato portato nella caserma dei Carabinieri di Chioggia, nel frattempo i militari stanno ultimando i rilievi sul luogo del delitto.

CHI SONO
La vittima è Maila Beccarello, 37 anni, di Mirano. Ad ucciderla il marito Natalino Boscolo Zemello, 35enne ex pescatore.

LA CASA DELL'ORRORE La casa dove è stata uccisa Maila /FOTO


LA LITE IN GIARDINO, MAILA HA CERCATO DI SCAPPARE
La coppia aveva da tempo dissidi familiari, ma non ci sono state denunce da parte della donna. Però un anno fa su Facebook scriveva: «La vita ci dà brutte cose». La lite sarebbe scoppiata in giardino mentre il delitto si sarebbe consumato in casa. In più parti dell'abitaizone, infatti, sono state trovate estese tracce di sangue, a conferma che la donna ha cercato inutilmente di scappare dal suo assalitore.

GLI ARRESTI DOMICILIARI
Natalino Boscolo Zemello si trovava agli arresti domiciliari dal 20 luglio 2017. Aveva patteggiato una pena ad un anno e 8 mesi perché, secondo le accuse, si sarebbe presentato con un'arma, forse giocattolo, per estorcere denaro a un conoscente. Boscolo Zemello, ex pescatore, aveva preteso la somma come risarcimento per un tentativo di investimento subito con un furgone a cui aveva partecipato, a suo dire, anche la vittima della tentata estorsione.
 
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 8 Agosto 2018, 09:32






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Brutale omicidio: marito ammazza la moglie massacrandola di botte
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 73 commenti presenti
2018-08-08 10:33:23
Pena di morte per i reati di omicidio, strage, pedofilia, terrorismo.
2018-08-08 10:07:25
solo arresti domiciliari? è un offesa per tutte le donne, io da uomo penso che i femminicidi dovrebbero avere pene esemplari per diminuire, tipo ergastolo come minimo con detenzione immediata.
2018-08-08 10:24:00
Quando uno è violento è violento. Troppo spesso noi donne pensiamo di rieducarli, accettiamo di tornare assieme per provarci ancora una volta. NO, scappate da persone come queste, certi atteggiamenti si vedono anche prima del matrimonio. L'eccessiva gelosia, la possessività non sono dimostrazioni d'amore.Sono espressioni di un disagio. Povera signora.
2018-08-08 10:32:14
Non penso ci debbano essere distinzioni tra omicidio e "femminicidio". il risultato e' lo stesso, hai UCCISO UNA PERSONA. GALERA E BASTA
2018-08-08 12:14:57
l'istituto dei domiciliari è ormai diventato una necessità, visto che le galere sono sold-out. poi i giudici non riescono mai a capire bene se il soggetto ha propensione alla violenza, e i risultati eccoli qua. Soluzione? una sola: costruire altre (molte) prigioni.