Martedì 7 Agosto 2018, 20:54

Bimbi no-vax in classe: la figlia costretta a restare a casa. Famiglia fa causa

PER APPROFONDIRE: causa, no vax, treviso, vaccini
Bimbi no-vax in classe: la figlia deve  ​restare a casa. Famiglia fa causa

di Elena Filini

TREVISO - Bimba sana ma con deficit immunitario costretta a stare a casa da scuola perché due compagni di classe non vaccinati hanno contratto una malattia infettiva: ieri la famiglia ha presentato denuncia contro ignoti in Procura a Treviso. «La dirigente ha infranto la legge: mi aspetto che venga rimossa.

IL CASO DI PADOVA I bambini senza vaccino restano fuori

E che i genitori dei bambini vengano multati», afferma la mamma della piccola. Un caso destinato a fare giurisprudenza quello avvenuto in una scuola materna del centro di Treviso la scorsa primavera. Una bambina sana e vaccinata ma con deficit
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Bimbi no-vax in classe: la figlia costretta a restare a casa. Famiglia fa causa
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 121 commenti presenti
2018-08-08 17:25:47
Dato interessante quello sulla mortalita'. Fonte ? Perche' se uno legge il rapporto dell'Associazione Italiana Registro Tumori scopre che: Incidenza Nel 2016 sono attesi circa 10.500 nuovi casi di tumore dell’utero, 8.200 a carico del corpo e 2.200 a carico della cervice uterina (5% e 2% rispettivamente di tutti i tumori incidenti nelle donne).Tabelle 5-6 Per quanto riguarda le fasce di età, il tumore del corpo dell’utero rappresenta il 3%, il 7% (terza neoplasia più frequente) e il 4% di tutti i tumori femminili rispettivamente nelle fasce di età 0-49 anni, 50-69 e 70+. Il tumore della cervice invece è più frequente nella fascia giovanile (4% dei casi, quinta neoplasia più frequente), mentre dopo i 50 anni rappresenta complessivamente l’1% dei tumori femminili.Tabella 7 Il trend di incidenza del tumore del corpo dell’utero appare costante, mentre in calo statisticamente significativo è il tumore della cervice uterina (-2,2% per anno).Tabella 21, Figura 20 L’incidenza del tumore dell’utero non presenta gradienti Nord-Sud né per i tumori del corpo né per quelli dell’utero non specificato.Tabelle 22-23 Mortalità Nel 2013 sono stati 2.952 i decessi per tumore dell’utero (2.515 per altre parti dell’utero e 437 per cervice uterina) pari al 4% dei decessi per tumore nelle donne, senza significative differenze per fasce di età.Tabella 8 Il rischio di morire per un tumore dell’utero totale (non specificato se corpo o cervice) è 1 su 134.Tabella 11 Il trend totale appare in diminuzione, statisticamente significativa (-1,0% per anno).Tabella 21, Figura 20 La mortalità non presenta gradienti Nord-Sud né per i tumori del corpo né per quelli della cervice uterina.Tabelle 24-25 A fronte di questi dati una follia spendere soldi in vaccini ? Forse va chiesto a chi si ammala
2018-08-08 07:23:28
eh già ..abbiamo tante regole ma siamo incapaci di farle rispettare.
2018-08-08 15:25:37
"Tutte le malattie vaccinabili sono malattie non letali".. ..ecco un altro laureato all'universita' della vita.. e a quanto pare, nemmeno con gran profitto..
2018-08-08 19:04:13
Ma qual e' la Verita'? I no/free/boh vax sostengono che il morbillo e' innocuo, che lo hanno fatto tutti e che va considerato un tagliando. La ministra Grillo, sicuramente non al soldo di big pharma, afferma invece che bisogna rasseganarsi ai morti da morbillo. A chi credere?
2018-08-08 14:48:36
chiedi a quelli morti di morbillo ....se non era letale ...