Il passaporto agli altoatesini concesso dall'Austria crea solo tensioni per miopi interessi elettorali

PER APPROFONDIRE: angela merkel, austria, lettera
Caro Direttore,
il Governo austriaco sta predisponendo una legge che concederebbe la cittadinanza austriaca agli altoatesini di lingua tedesca e ladina. A partire dagli accordi De Gasperi Gruber del 1946, l'Austria è sempre stata la tutrice dei cittadini della Provincia di Bolzano e, dopo anni difficili e complicati, da parecchio tempo, mi pare non ci fossero screzi gravi tra le comunità interessate. Questa iniziativa del nuovo Governo Austriaco, deve considerarsi un gesto ostile e voglio sperare che il nostro Governo, senza urla o gesti eclatanti, dimostri fermezza, come è necessario in questi casi.

Gino De Carli
Soranzen (Belluno)


Caro lettore,
il nostro ministero degli Esteri è già intervenuto chiedendo, attraverso l'ambasciata italiana, chiarimenti all'Austria e definendo l'eventuale legge sul doppio passaporto per gli altoatesini di lingua tedesca e ladina un atto ostile. Mi sembra il minimo. Con questa iniziativa il governo austriaco dimostra infatti tutta la sua arroganza e la sua spregiudicatezza. È evidente il tentativo di Vienna di annettersi le eccellenze altoatesine, gli sportivi in particolare, a costo zero. L'Italia li forma, investe su di loro, li lancia e gli austriaci poi se li prendono e li avvolgono nella bandiera rosso-bianca. Ad onor del vero i campioni sudtirolesi, dalla biatleta Wierer all'alpinista Messner, hanno già espresso la loro contrarietà al doppio passaporto e ribadito la loro orgogliosa volontà di rimanere italiani. Ma l'Austria non molla. Assumendosi una grave responsabilità: invece di contribuire a migliorare il clima di convivenza tra i diversi gruppi linguistici convivono in Alto Adige, introduce nuove elementi di tensione. Per miopi interessi elettorali.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 26 Luglio 2018, 05:05






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il passaporto agli altoatesini concesso dall'Austria crea solo tensioni per miopi interessi elettorali
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2018-07-27 08:03:26
Ma e' un obbligo avere il doppio passaporto ? Ovvero avendocelo uno sportivo DEVE per forza optare per l'Austria ? Ma allora tutti gli innumerevoli "oriundi" che gareggiano sotto bandiera italiana vanno cacciati ?
2018-07-26 17:29:43
vivo in AA e sinceramente non ho problemi in quanto gli italiani si fanno i fatti loro e i sudtirolesi lo stesso, ci mischiamo solo al lavoro o in ospedale mai nel tempo libero: diciamo che vige specie di apartheid condiviso e tollerato in nome degli alti redditi che abbiamo qui - Brunico è insieme a Milano tra le 10 città a maggiore reddito in Italia- questa "roba" del passaporto vuole rompere in peggio questo equilibrio raggiunto anche grazie e soprattutto alle leggi italiane, ciao
2018-07-27 08:04:19
Giusto, ormai il nostro confine sud e' a Bengasi, perche' limitare il nord ?
2018-07-26 21:59:05
Personalmente non ci vedo niente di male. Anzi, se invece di essere nato italiano, gli eventi bellici della "inutile strage" avessero preso una piega diversa e fossi nato austriaco, pur essendo veneziano, probabilmente me la passerei meglio e, come me, tutti i miei compatrioti. Di sicuro ancor meglio se a Venezia il sogno di Manin- che Wikipedia definisce "patriota e politico italiano"!- non fosse stato così fugace. Però mai rassegnarsi: "Spes ultima dea".
2018-07-27 02:24:10
Il diritto all'autodeterminazione dei popoli, questo sconosciuto... Comunque anche l'italia concede il passaporto a molti sudamericani, che magari l'italiano nemmeno lo sanno, a differenza degli altoatesini che invece il tedesco lo parlano.