Giovedì 12 Luglio 2018, 12:33

L'ex caserma Serena fra i depositi di droga della banda nigeriana di Mestre

PER APPROFONDIRE: caserma, deposito, droga, serena, treviso
L'ex caserma Serena fra i depositi di droga della banda nigeriana di Mestre

di Alberto Beltrame

TREVISO - La caserma Serena crocevia dei traffici della mala nigeriana. È quanto emerge dall'indagine della Dda di Venezia culminata martedì pomeriggio con la spettacolare retata della polizia nell'area della stazione di Mestre, dove una maxi operazione anti droga che ha coinvolto più di 500 agenti in tenuta anti sommossa ha portato (per ora) a 28 arresti, 12 espulsioni e 4 daspo urbani. Nel mirino l'organizzazione tutta made in Nigeria capace di rifornire le piazze venete, compresa quella trevigiana, di droghe pesanti, in particolare la micidiale eroina gialla, tanto pura quanto pericolosa, costata la vita ad almeno 16 persone. Tra i centri di stoccaggio individuati dagli investigatori, oltre a tre abitazioni private sparse tra Robegano, Favaro Veneto e Dolo, ci sarebbe anche la caserma Serena di Dosson di Casier. È in questi luoghi che, stando alle indagini, sarebbe stata di volta in volta
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
L'ex caserma Serena fra i depositi di droga della banda nigeriana di Mestre
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 15 commenti presenti
2018-07-12 12:53:08
Finalmente si comincia a far qualcosa!!!! Ne abbiamo le "scatole" piene!
2018-07-12 13:11:31
qualcuno li chiama gli ultimi, altri quelli che ci pagheranno le pensioni....
2018-07-12 12:38:47
Risorse... risorse dappertutto!
2018-07-12 13:14:55
Oh...ma erano cosi' cari alla sindaca di Casier...ed al mani(go)ldo.....
2018-07-12 13:17:23
Ohhhh qualcuno si meraviglia? E ora speriamo che il governo reintroduca i voucher e che il comune li utilizzi per pulire la città specie le periferie, utilizziamo la manovalanza finché stanno da noi, pagandoli per quello che producono per la collettività che li accoglie, noi con piazze, fossati, tombini, prati ecc puliti loro impiegati tutto il giorno e non in giro a non fare nulla o a chiedere l'elemosina fuori dai supermercati, diamogli dignità anche se in forma precaria, è sempre meglio piuttosto che finiscano nelle facili mani della delinquenza....è così difficile? Aspetto con ansia che qualche sinistro mi taccia di fascista o razzista e perché no tutte e due....