Terni, bare aperte lasciate in strada. La protesta dei residenti: «Barricati in casa per la puzza»

Sabato 7 Luglio 2018 di Nicoletta Gigli
Terni, bare aperte lasciate in strada. La protesta dei residenti: «Barricati in casa per la puzza»
15
TERNI - «Da questa mattina c'è una puzza di cadavere che ci costringe a restare tappati in casa. Il problema è che alla municipale ci hanno detto che quelle bare non potranno essere rimosse fino a lunedì e non so come riusciremo ad arrivarci». A parlare è una famiglia di Terni che abita in strada del Monumento, a pochi passi dal muro di cinta del cimitero. Ieri mattina gli operai devono aver fatto dei lavori di riesumazione di alcuni defunti lasciando le bare aperte in terra accanto al cancello.

«Da stamattina abbiamo chiamato mille volte la municipale - racconta la donna che abita lì - e si sono degnati di rispondere solo nel pomeriggio. Ci hanno detto che dovremo sopportare questo odore nauseabondo fino a lunedì perché asm non ha portato i contenitori dove buttare le bare. Se ti avvicini muori soffocato - aggiunge la donna - 
e a noi non resta che chiuderci in casa e sperare che qualcuno venga a rimuovere la causa di questa situazione».
Quattro mesi fa era già successo: alcune bare aperte e rotte erano state lasciate lì ma oggi, con le temperature di queste ore, la situazione è diventata insopportabile.  Ultimo aggiornamento: 4 Aprile, 15:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA