Giovedì 28 Giugno 2018, 08:35

«Per promuoverci voleva far sesso»: quattro uomini denunciano il dirigente

«Per promuoverci voleva far sesso»  Quattro uomini denunciano il dirigente

di Gianluca Amadori

Un dirigente della Regione Veneto sospeso dal servizio per 4 mesi, su richiesta della Procura di Venezia, perché accusato di gravi reati che avrebbe commesso nell'esercizio delle sue funzioni. Antonio Bonaldo, 62 anni, di Mirano, in servizio nel settore Ricerca e innovazione, da ieri non è più al lavoro, con lo stipendio sospeso: il pm Giorgio Gava lo accusa di atti sessuali e tentata concussione ai danni di 4 dipendenti regionali a tempo determinato, tutti uomini, ai quali avrebbe chiesto prestazioni sessuali in cambio di prospettive di lavoro o avanzamenti di carriera. I denuncianti hanno riferito agli inquirenti di aver respinto le offerte a sfondo sessuale, ma hanno raccontato di essere stati oggetto di toccamenti da parte del dirigente.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Per promuoverci voleva far sesso»: quattro uomini denunciano il dirigente
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 90 commenti presenti
2018-06-28 20:42:53
ma che schifo lavorare in regione, è pieno di comunisti arcobaleno?
2018-06-28 15:53:03
Ma il fatto che sia di Mirano e che si chiami Bonaldo non vuol dire che sia veneto....sentenziò il pensionato esperto di tedeschi in ritirata....
2018-06-28 16:29:08
Cosa vuoi che sia una boccaccesca situazione, pensa alla Sicilia, ha tanti dirigenti quanti in 15 regioni, o che il costo della politica locale per ogni abitante della Campania costa i 3.637 euro ab abitante o i 4,282 della Sicilia contro i 2741 del Veneto o i 2265 della Lombardia altro che pruriginose notizlole a costo zero. Ogni volta che fate confronti sono penosi per voi.
2018-06-28 19:29:29
Meritocrazia veneta......che figure....
2018-06-28 20:00:03
La Pubblica Amministrazione è in mano vostra, e si vede, grazie alla meritocrazia...ihihiheheheh