Merkel: «La bozza Ue è accantonata». Conte: «Nessuno prescinda dall'Italia»

PER APPROFONDIRE: europa, matteo salvini, migranti
Migranti, nave Ong soccorre 400 persone. Salvini: «Non toccheranno suolo italiano». Scontro con la Ue
La cancelliera Angela Merkel chiama il premier Giuseppe Conte e gli assicura che la bozza Ue anticipata ieri sarà accantonata. Lo annuncia lo stesso primo ministro itliano con un post sul suo profilo Facebook.



«Ho appena ricevuto una telefonata dalla Cancelliera Angela Merkel - dice il premier Conte - preoccupata della possibilità che io potessi non partecipare al pre vertice di domenica a Bruxelles sul tema immigrazione. Le ho confermato che per me sarebbe stato inaccettabile partecipare a questo vertice con un testo già preconfezionato. La Cancelliera ha chiarito che c'è stato un
«misunderstanding: la bozza di testo diffusa ieri verrà accantonata», scrive Conte nel post che conclude così: «Ci vediamo domenica a Bruxelles!».

Il vicepremier Di Maio. «Finalmente vedo un'Italia rispettata in Europa e nel mondo. Continui così presidente Giuseppe Conte!».


 
Lo twitta Luigi Di Maio allegando il post del presidente del Consiglio su Fb in cui riferisce della telefonata con la cancelliera tedesca Angela Merkel, che gli avrebbe assicurato come «la bozza Ue (sui migranti, ndr) sarà accantonata».

La conferma arriva anche da Bruxelles. La bozza di dichiarazione della riunione informale, circolata ieri, è stata accantonata. Gli sherpa dei Paesi che partecipano alla riunione informale di domenica, convocata dal presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker, saranno domani al lavoro su un nuovo testo. Il documento sarà molto più equilibrato e terrà in considerazione le preoccupazioni dell'Italia. Lo si apprende da fonti, al termine dell'odierna riunione degli sherpa, che si è tenuta a Bruxelles.

La proposta dell'Italia. Centri di protezione europei nei Paesi di origine e transito per la valutazione del diritto di asilo; incremento dei rapporti con i Paesi terzi per fermare i «traffici di morte»; rafforzamento delle frontiere. Sono questi, a quanto apprende l'ANSA da fonti del governo, alcuni dei principali punti della proposta italiana sull'immigrazione che il premier Giuseppe Conte porterà domenica al vertice informale dei leader Ue a Bruxelles.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 21 Giugno 2018, 10:14






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Merkel: «La bozza Ue è accantonata». Conte: «Nessuno prescinda dall'Italia»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 52 commenti presenti
2018-06-21 16:10:51
Ma in tutti questi anni di colloqui con la Angelina possibile che il piccolo Renzino non abbia mai detto nulla in nostro favore??? Doveva proprio arrivare Salvini ,che tra l'altro davano tutti per spacciato, a rialzare le sorti dell'italia jn questa trattativa sui migranti tutti nostri? E tutti delinquenti? E voi cattocomunisti adesso state pure zitti che come sempre parlare a vanvera!
2018-06-21 16:30:15
Renzino, per dire ha detto. Questo ha fatto. Il problema che avra' e' quello di "tenere la parte"
2018-06-21 16:00:14
Per fortuna Salvini ha preso di petto la situazione italiana e europea... e subito presi i ferri chirurgici si è messo a operare per estirpare uno alla volta i tumori prima che andassero in metastasi. Con l'aiuto della chemioterapia in dose da elefante e somministrata quotidianamente ci si prefigura che nell'arco temporale di 4 anni la parte italiana e l'intero corpo europeo sia esente da ricadute maligne Tutta l'equipe medica e chirurgica è fiduciosa questo è il primo bollettino ufficiale che milioni di persone attendevano, la speranza sta arridendo, buone nuove ci aspettiamo per il futuro prossimo.
2018-06-21 15:06:00
Sbagliero', ma questo Salvini continua a sembrarmi un generale che vince le battaglie e perde le guerre. Staremo a vedere. Certo, potrebbe sembrare un passo avanti rispetto ai generali che le battaglie non le combattevano nemmeno, ma non e' detto che lo sia.
2018-06-21 15:56:15
Di certo Salvini rischia di fare il passo piu' lungo della gamba o, per usare il gergo militare, di tagliarsi i rifornimenti alle spalle. Le posizioni forti che assume, per essere efficaci devono essere tenute a lungo, anche quando ci sara' un prezzo da pagare, e questo agli italiani non e' mai piaciuto. Le controparti, Francia, Germania, Europa sono giganti addormentati, hanno i riflessi lenti. Salvini, Conte e DiMaio riusciranno a fare i pierini una, due, tre volte, ad infliggere qualche pizzicotto. Ma prima o poi quegli altri si sveglieranno, ci prenderanno le misure e agiranno di conseguenza: A nessuno piace prenderlo in tasca, non solo agli italiani, ed e' allora che ci vorranno gli attributi, dei quali personalmente dubito, anche se oggi mi capita di applaudire al "giro veloce" di Salvini.