Violente risse e sballo: sospesa la licenza al King's, il locale della movida

Sabato 9 Giugno 2018
11
JESOLO - Sospesa per 15 giorni la licenza al King's di Jesolo su disposizione del questore di Venezia. Il locale, centro della movida jesolana che attrae giovani da tutta la provincia, è stato sottoposto a diversi controlli di polizia; numerosi gli interventi delle Volanti del Commissariato di Polizia di zona e dell’Arma dei Carabinieri in tutte e quattro le serate di apertura del locale.

Gli operatori di polizia sono intervenuti per sedare risse, litigi ed aggressioni avvenute per futili motivi e scatenate da avventori molesti, spesso alterati perché ubriachi. Molteplici sono gli episodi che si ripetono ad ogni evento organizzato dal locale, tali da destare nei residenti della zona preoccupazione e allarme sociale

GLI EPISODI INCRIMINATI
Il 2 aprile si è recato al Pronto soccorso dell’Ospedale civile di Jesolo un cittadino italiano di anni 25, che riferiva di essere stato aggredito presso la discoteca King’s, da parte di un gruppo di avventori, composto da cinque giovani, di età presumibilmente compresa tra i 20 e i 22 anni,  italiani ed altri stranieri.

Il 1 maggio, la Volante del Commissariato di P.S. Jesolo è intervenuta, su chiamata di un dipendente del locale, per una rissa tra cittadini stranieri, spostatasi poi nel parcheggio della discoteca, con circa 7/8 persone coinvolte; sul posto, la Volante rintracciò solo la vittima, un cittadino italiano di 19 anni, colpito alla testa con una bottiglia di vetro all’interno del locale.

Sempre a maggio, la Volante del Commissariato era intervenuta per un’aggressione ai danni di un autista di un bus navetta del King’s, un  marocchino di 39 anni, r colpito con due violenti pugni al volto da giovani ubriachi.

Il 3 giugno, infine, altra rissa  con un ragazzo di 18 anni colpito al volto da uno sconosciuto. Ultimo aggiornamento: 16:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA