Fico con le mani in tasca durante l'Inno di Mameli a Palermo: pioggia di critiche sul presidente della Camera

Mercoledì 23 Maggio 2018
78
Mano destra sul cuore (civili), mano alla tesa del cappello (militari), mani lungo i fianchi con le braccia tese (civili e militari): niente di tutto ciò. Durante l'esecuzione dell'Inno di Mameli, il presidente della Camera, Roberto Fico, ha tenuto le mani in tasca innescando una ridda di critiche. Da Ignazio La Russa (Fratelli d'Italia) al senatore Pd Vito Vattuone in tanti attaccano la terza carica dello Stato che al porto di Palermo non ha tenuto un atteggiamento adeguato alla cerimonia. Fico partecipava all'arrivo della Nave della Legalità per ricordare la strage di Capaci e quando la banda ha iniziato a suonare l'inno nazionale, tutti hanno assunto un atteggiamento rispettoso, eccetto Fico, M5s, che ha tenuto le mani in tasca. Poi deve essersi ricordato delle regole basilari del comportamento ed ha "estratto" le mani dalle tasche, salvo poi portarle dietro la schiena. Meno peggio, ma ancora lontano dall'etichetta prevista.

«Fico ha le mani in tasca durante l'inno di Mameli, è veramente avvilente - dice Vattuone -  Mi chiedo se la terza carica dello Stato possa partecipare a una cerimonia così solenne tenendo le mani in tasca» Ultimo aggiornamento: 17:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA