Nella spiaggia di Scarpa via le foto del duce ma c'è il saluto romano

Nella spiaggia di Scarpa via le foto del duce ma c'è il saluto romano /Ft Gianni è ancora il gestore

di Marco Biolcati

SOTTOMARINA - L'estate scorsa aveva attirato l'attenzione di tutt'Italia con la sua spiaggia fascista ed era stato costretto a rimuovere le immagini di Mussolini, finendo sotto inchiesta per apologia ma guadagnandosi anche la solidarietà di politici come Matteo Salvini, che venne a trovarlo a Sottomarina. Poi, ad accuse archiviate, aveva annunciato di non voler più gestire lo stabilimento. Ora la nuova sorpresa: Gianni Scarpa ha cambiato idea, non se ne va e gestirà anche quest'anno la spiaggia di Playa Punta Canna. Con qualche immagine del Duce in meno e al suo posto una foto dello stesso Scarpa mentre fa il saluto romano. Tanto per ribadire il concetto di fondo.


 
 


«E poi la Cassazione ha stabilito che non è reato», precisa al Gazzettino il gestore più discusso dell'estate 2017, per prevenire le polemiche. E Scarpa, anche quest'estate, ricomincia da dove aveva lasciato, cioè da ordine, disciplina e pulizia. Anche se qualche cartello è sparito, come quello che suggeriva l'uso dei manganelli per chi non si comporta bene. «Io riparto da questo perché questo vuole la mia clientela. Vuole ordine, pulizia, non essere disturbata da venditori abusivi. Io non sono razzista. Il mio attore preferito è Morgan Freeman, ma se uno è irregolare e vende merce falsa perché dovrei farlo entrare a disturbare la mia clientela?».

QUELLA VOLTA CHE SCARPA DISSE «IO SONO FASCISTA»
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 6 Maggio 2018, 10:06






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Nella spiaggia di Scarpa via le foto del duce ma c'è il saluto romano
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 27 commenti presenti
2018-05-07 10:13:07
Anni fa mi recai a "Punta Canna" assieme ad amici rasta. Fummo attratti dal nome. In effetti avemmo un'impressione di fredda accoglienza, ma nel tempo di un "giro" sorvolammo su quel problema, come su ogni altro....
2018-05-07 10:09:44
Suggerisco il cartello di diveto d'accesso a no global, centri sociali, ong ed accattoni d'Africa.
2018-05-06 20:38:39
ah, un'altra cosa: quello che vuoi tu non conta nulla. L’ostentazione di simboli fascisti è un reato, quella della falce e martello no. Mettitela via.
2018-05-06 20:35:06
Tuo nonno è morto sotto i colpi dei russi perché un delinquente in camicia nera lo ha mandato con altri 100000 poveracci a fare la guerra equipaggiato con le scarpe di cartone. O secondo te i russi dovevano stendere il tappeto rosso? Anche io mi commuovo per questi giovani che non sono più tornati, ma commenti come il tuo mi lasciano esterrefatto!
2018-05-07 09:51:01
No. E' mortoperche' deivigliacchi rinnegati partigiani infiltrati tra operai della FIAT,della FALK,dell'Ansaldo, della BERETTA,della RUMI ad altre sabotarono le fusioni e le produzioni,per cui i mezzi di trasporto andavano in avaria dopo pochi Km, per non parlare di quelli che arrivavano senza pistoni, o perche' arrivavano conmotori senza pistoni all'interno,le armi senza otturatori o con fusioni sabotate per cui dopo avere sparato qualche colpo,le canne di cannoni e mitragliatrici fondevano,o perche' venivano,sempre da parte di partigiani infiltrat inell'esercito enelle altre forze armate, sabotati i rifornimenti, e arrivavano i paleto' in Africa e le svelandrine al fronte russo.....