I padroni di piazza ​San Marco: gli abusivi, minacce a chi non paga

PER APPROFONDIRE: abusivi, grano, minacce, san marco, venezia
I padroni di piazza ​San Marco:  gli abusivi, minacce a chi non paga

di Michele Fullin

VENEZIA - Anche all'inizio del 2018 i venditori abusivi di grano sono i padroni di piazza San Marco. La presenza di personale in divisa della polizia locale e di altre forze dell'ordine di Stato non è sufficiente come deterrente: semplicemente se ne fregano. Si allontanano un pochino quando arrivano gli agenti e poi tutto riprende come prima.

A dimostrare che le cose vanno come al solito questa volta sono i Cittadini non distratti, che ieri hanno realizzato diversi filmati i quali evidenziano una presenza a dir poco massiccia degli abusivi del Bangladesh che gettano manciate di grano a terra per attirare i turisti. A fronte di questo, almeno nel filmato, non si vede nessuno a presidiare la situazione.

«Qui siamo oltre l'invadenza - commentano gli operatori di piazza, sempre più seccati per subire questo fenomeno - ma siamo già al tentativo di estorsione. Di volta in volta, 5, 10, anche 20 euro per una manciata di mais. E per chi non paga interviene l'intimidazione»...

 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 15 Gennaio 2018, 08:58






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
I padroni di piazza ​San Marco: gli abusivi, minacce a chi non paga
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 76 commenti presenti
2018-01-15 11:08:08
Sono lì dalla mattina presto e agiscono indisturbati. Ma la colpa non è delle forze dell'ordine o dei vigili che non sono lì a prenderli "in custodia", la colpa è di chi li ha fatti entrare in Italia e che non emette delle leggi a tutela dei cittadini, dei turisti e degli stessi servitori dello stato che non possono fare nulla. Se li prendono e li fermano, dopo un'ora sono fuori e poi loro possono menare, tirare bottigliate, insultare...le forze dell'ordine non possono fare nulla.... Lo Stato non c'è, e non ci sarà nemmeno al 4 marzo se tutti facessero sentire la propria voce: siamo presi in giro sempre e comunque...un esempio su tutti l'ordine pubblico e la sicurezza fanno ridere (se quello che è arrivato in stato confusionale ai pontili actv di Piazzale Roma, fosse stato uno dell'Isis imbottito di esplosivo chi se ne sarebbe accorto?). Un altro esempio sull'economia e la tutela dei consumatori: si fa tutto un parlare dei sacchetti a pagamento, fatti fare dalla ditta di un'amica di Renzi....e già questo basterebbe per farci vomitare...ma non si parla di luce, acqua, gas, autostrade e tasse di ogni genere che sono aumentati a dismisura....Mentre vitalizi e redditi a 7 zeri rimangono sempre per quelli che al pari delle forza dell'ordine dovrebbero essere paragonati a servitori dello stato e statali....
2018-01-15 13:17:12
Sanno che rimangono impuniti, questa ė la verità. Vengono sempre rilasciati. Non vale la pena arrestarli, fanno bene le forze dell’ordine a lasciarli stare, quando cambierà il pensiero buonista allora inizierà la pulizia.
2018-01-15 20:00:19
Tutto questo grazie a gigio e alla sua giunta che si occupa di regate, carnevale, ma per il resto non gliene importa nulla......grazie a gigio e ai quattro gattucci che lo hanno votato...hahahahahaahahahahahaa...ciao enrico..ciao.
2018-01-15 10:19:14
un Paese come il nostro che ha putroppo 3-4 milioni di disoccupati,non dovrebbe nemmeno più rinnovare il permesso di soggiorno agli stranieri regolari alla scadenza del medesimo,one liberare dei posti di lavoro veri nelle fabbriche o in altre attività economiche-qui addirittura si lascia che questi signori svolgano un attività illecità con pressione psicologica para-mafiosa con un dannonon trascurabile per il nostro Paese: immaginate i turisti stranieri TAGLIEGGIATI che bella pubblicità potranno fare di Venezia al loro ritorno a casa.
2018-01-15 17:04:54
I Veneziani che potevano o che volevano sono SCAPPATI: ora hanno la residenza a Roma (dove hanno pure "trasferito" il festival cinematografico) e altrove (Europa, Stati Uniti). Pagano le tasse NON in Italia. TUTTI o quasi hanno abbandonato Venezia (solo pochissimi giornali e media sono ancora Veneziani). In questo vuoto e degrado Veneziano, i "clandestini" portati da CHIUNQUE (anche dal governo Berlusconi, ricordiamolo, ma soprattutto dai governi di sinistra) fanno cio' che VOGLIONO...tanto il sindaco e amici vanno a prendersi un caffe': il loro "modello" di Venezia e' SOLAMENTE turistico, e di MASSA. CHI VENETO ci rappresenta oramai a Roma? PERCHE' il Veneto sta CON Roma (e continua a pagarne ca 80 MILIARDI e a non vedere restituiti dai 15-21 MILIARDI OGNI ANNO)? COSA fanno PER i RESIDENTI DEL VENETO --invasi e terrorizzati da non solo la delinquenza italiana, MA pure da delinquenza STRANIERA--queste ns. autorita'? DICONO, alzando le braccia, che possono fare poco o nulla (come la 13-enne molestata) e vanno a prendersi un caffe' e a fare i LORO, personali, affari......