«Oggi spose», per Linda e Irene il primo matrimonio gay e "fuga" in Trabant

PER APPROFONDIRE: irene, linda, nozze gay, padova
«Oggi spose», per Linda e Irene il primo matrimonio gay e "fuga" in Trabant

di A. R.

PADOVA - Fiori d’arancio tutti al femminile, ieri in Comune: Irene e Linda le prime due donne ad avere formalizzato il loro amore nella sede municipale. Non è passato inosservato uno dei testimoni che alla cerimonia si è presentato in kilt scozzese.

 
 

Testimone che è anche il proprietario della Trabant (auto simbolo della ex Repubblica democratica tedesca) con cui le spose si sono poi allontanate: a sposarsi Irene Vitulo (37 anni) e Linda Cassolato (42). La prima fa la tecnica di laboratorio in Azienda ospedaliera, la seconda ha una gioielleria nella Marca, a Castelfranco Veneto. 

I particolari sul Gazzettino del 5 novembre
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 4 Novembre 2017, 19:47






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Oggi spose», per Linda e Irene il primo matrimonio gay e "fuga" in Trabant
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 54 commenti presenti
2017-11-07 09:42:03
Quando mai ho detto che il mio è l'unico amore giusto? E' lei invece che afferma che c'è una percentuale altissima di matrimoni sbagliati, io invece credo che la maggior parte dei matrimoni siano per amore, diversi dal mio, ma per amore, e a questi mi riferisco. All'interno dell'istituto del matrimonio ci sono degli errori, ma il matrimonio in sé è giusto. Invece le unioni civili non sono matrimoni e mai lo saranno, anche se non le fanno schifo.
2017-11-06 10:06:05
e chi se ne frega. continuate a parlare qi questi gay, e'diventata una moda, che facciano quello che vogliono e non rompano piu'. E' ora di finirla di parlare di queste cose, torniamo alla normalita... se questa esiste.
2017-11-06 11:00:30
no no esiste. e se si, ci dica qual'è
2017-11-06 13:06:44
La normalità è ciò che prevede la natura, cioè la prosecuzione della specie. la normalità pertanto è l'unione tra uomo e donna, l'unica che la garantisce.
2017-11-06 13:54:14
Binariciuto, ma in natura sovente i genitori si accoppiano con gli stessi figli. E ovviamente questo non può valere per gli esseri umani no? Non solo: spesso la femmina difende strenuamente i cuoi cuccioli dal maschio perché, questi, ha l'istinto di ucciderli per indurre la femmina ad accoppiarsi nuovamente. Quindi, la natura va seguita solo quando conferma le nostre personali convinzioni (solo uomo-donna) e non va seguita se cozza con il socialmente accettabile? (sopprimere i cuccioli o accoppiarsi fra "genitori e figli" o "fratelli")